30 Aprile Apr 2018 1600 30 aprile 2018

L'agopuntura è detraibile fiscalmente

  • ...

L’agopuntura, da cura orientale per pochi conoscitori, si è diffusa notevolmente risultando fra i trattamenti di medicina alternativa più adottati. Sebbene in molti siano scettici nei confronti di questa terapia tradizionale cinese, altrettanti si sottopongono regolarmente ai trattamenti. L’Agenzia delle Entrate l’ha perciò inserita fra le spese mediche generiche detraibili.

L’agopuntura e le terapie tradizionali

Tra coloro i quali ricorrono all’agopuntura si trova chi soffre, ad esempio, di:

Nel caso di disturbi più gravi questi trattamenti sono eseguiti in affiancamento, e non in sostituzione, alla medicina tradizionale. Si tratta di una terapia per lo più indolore (leggi "Come funziona una seduta di agopuntura") al pari della chiroterapia, chinesiterapia, magnetoterapia e laserterapia.

L’agopuntura spesa medica generica

Mentre alcune regioni italiane come l’Emilia Romagna hanno richiesto che l’agopuntura possa rientrare tra i servizi a carico della sanità regionale, il sistema fiscale nazionale ne ha intanto riconosciuto la validità di spesa medica generica. Requisito fondamentale per ottenere una detrazione dalle spese del 19% consiste nella presentazione di almeno uno dei seguenti documenti:

  • la fattura rilasciata dal medico presso cui ci si è sottoposti al trattamento;
  • il ticket che attesta la spesa effettuata per il trattamento;
  • un certificato con ricevuta fiscale dell’avvenuto trattamento;

Inoltre, le sedute di agopuntura devono svolgersi presso centri autorizzati e a cura di tecnici specializzati. Gli agopuntori, infatti, devono essere medici laureati in Medicina e Chirurgia con specializzazione in agopuntura. Per questo tipo di trattamento è necessario essere in possesso di ottime conoscenze di anatomia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso