29 Giugno Giu 2018 1800 29 giugno 2018

Vitamina B12 dove si trova

  • ...

Molto spesso si sente parlare di quanto sia importante avere un’alimentazione sana per permettere al corpo di assumere tutte le sostanze di cui necessita. Tra le sostanze fondamentali per il funzionamento dell’organismo c’è la Vitamina B12.

Leggi anche “Quali sono le vitamine

Vitamina B12: cos’è e a cosa serve

Con il termine Vitamina B12 si fa riferimento ad un insieme di molecole, molto simili tra loro, caratterizzate dalla presenza di cobalto e per tale motivo chiamate anche cobalamine. La vitamina B12 fa parte della categoria dei micronutrienti essenziali, ovvero elementi fondamentali per la vita e che devono essere assunti attraverso l’alimentazione, poiché l’organismo non è in grado di produrli.

La vitamina B12 svolge numerose funzioni fondamentali per l’organismo. E’ infatti fondamentale per la produzione di globuli bianchi e globuli rossi. Se il corpo è in carenza di B12 la sintesi di queste cellule si blocca con conseguente riduzione delle difese dell’organismo e insorgenza di anemia. La cobalamina, inoltre, è importante per mantenere in salute il sistema nervoso e per ridurre il colesterolo nel sangue.

Leggi anche “Quali sono le vitamine B

Principali fonti di Vitamina B12

Le principali fonti di Vitamina B12 sono gli alimenti di origine animale come carne, pesce, uova, latte e suoi derivati. Le interiora, in particolar modo il fegato degli ovini e dei bovino, sono gli alimenti che in assoluto contengono il maggior quantitativo di vitamina B12. Il fegato ovino, ad esempio, arriva a contenerne 90 microgrammi ogni 100 g.

Anche i prodotti del mare sono una buona fonte di B12. Per quanto riguarda i pesci, il tonno e le aringhe garantiscono un buon apporto di cobalamina. Tuttavia, quantitativi maggiori si ritrovano nei molluschi, in particolar modo nelle vongole e nei polpi che contengono rispettivamente 50 e 20 microgrammi di B12 ogni 100 grammi.

Altri alimenti di origine animale come latte, latticini, formaggi e uova hanno un contenuto di B12 notevolmente inferiore rispetto a quello presente in carne e pesce, ma è comunque sufficiente a soddisfare il fabbisogno giornaliero. Un individuo adulto, infatti, deve assumere quotidianamente un quantitativo di B12 pari a 2,4 microgrammi. Una porzione di pesce o due uova riescono a coprire ampiamente queste richieste nutrizionali.

Per chi segue una dieta vegana l’assunzione di vitamina B12 può rappresentare un problema. Questo ostacolo può essere superato mediante il consumo di cereali o muesli fortificati. Per fortificati si intendono quegli alimenti che sono stati arricchiti di determinate sostanze nutritive attraverso un particolare processo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso