2 Luglio Lug 2018 1632 02 luglio 2018

Linfonodi dove sono

  • ...

I linfonodi sono ghiandole che consentono di determinare la risposta del sistema immunitario ad eventuali infezioni. Nei bambini, ad esempio, sono il primo segnale della presenza di patologie quali la tonsillite oppure di problemi ai denti. Sensori di malesseri fisici da non sottovalutare, rendono tutto il corpo una mappa dove è possibile toccare con mano se qualcosa non va. Per le donne, ad esempio, attraverso l’autopalpazione si può fare un controllo dei linfonodi presenti nel seno.

Localizzazione dei linfonodi

I linfonodi, circa 600, sono sparsi per tutto il corpo. Quando anche solo uno di questi si ingrossa può essere il segnale di un disturbo più o meno grave. Sono percepibili come palline dure e si possono concentrare in catene. I linfonodi superficiali si possono trovare: nella zona cervicale, ascellare, sottomandibolare, inguinale e laterocervicale. Più internamente, i linfonodi si trovano nei polmoni, nell’aorta o nella regione dello stomaco. Talvolta, per le donne, i linfonodi ingrossati possono collegarsi alla presenza di noduli o cisti, in particolare nella zona dello sterno e quindi del seno.

Segnali d’allarme da tutto il corpo

I linfonodi sono il primo segnale d’allarme di alcune malattie, tra le più gravi sicuramente c’è il tumore. Spesso finiscono sotto osservazione quelli localizzati nella zona delle ascelle, ma anche quelli dei genitali perché anche quando benigni è bene che sia il medico a determinare come intervenire per evitare complicazioni per il paziente. Proprio per questo particolare compito di segnalazione di vari disturbi, i linfonodi sono anche chiamati “sentinelle.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso