26 Settembre Set 2018 1006 26 settembre 2018

Come infoltire i capelli

  • ...

Giunti a uno stadio di maturità della vita è possibile che il corpo cominci a scricchiolare e là dove c’era una folta chioma ora resistono capelli fini, senza più volume.

Fa tutto parte del naturale processo di invecchiamento, ma ciò non significa che bisogna lasciarli andare.

Recuperare il tono dei capelli si può, così come infoltirli.

Leggi anche: “Come idratare i capelli

Infoltire i capelli “da fuori”

Magari non sarà possibile tornare alla chioma leonina dei vent’anni, ma conservare o ridare volume ai capelli dandogli un aspetto più folto sicuramente sì.

Tra le prime azioni utili si impone fare una verifica delle proprie abitudini nella cura dei capelli per assicurarsi di non essere i primi corresponsabili del diradamento.

Un cuoio capelluto stressato è un fattore che contribuisce a rendere i capelli fini e facili a spezzarsi.

Per questo è bene preoccuparsi di:

  • non usare shampoo troppo aggressivi e applicare il balsamo solo sulle punte;
  • non strofinare eccessivamente i capelli durante l’asciugatura e usare il phon con la testa all’ingiù;
  • non lavare quotidianamente i capelli, ma preferire una cadenza di 2 o 3 volte a settimana per non intaccare il film protettivo naturale;

Tutte da scoprire quali sono proprietà cosmetiche olio di cocco che insieme al latte o agli oli essenziali si consiglia di applicare con frequenza per contribuire al nutrimento dei capelli.

Infoltire i capelli “da dentro”

È certo che il benessere fisico si ottiene anche prendendosi cura di sé "da dentro".

Per infoltire i capelli è dunque necessario fare attenzione alla propria dieta così come confermato dalla Società Italiana di Tricologia che ha dimostrato la stretta connessione tra dieta e capelli illustrando, ad esempio, le conseguenze di una carenza proteica.

Quindi, come prendersi cura dei capelli fini? Seguendo soprattutto un’alimentazione equilibrata di cui fanno parte:

  • Tanta acqua per favorire l’idratazione;
  • Alimenti che contengono vitamina B come tonno, patate, carne di tacchino, yogurt e arachidi;
  • Alimenti che contengono ferro come spinaci, noci, frutti di mare, lenticchie, pesche e fragole;
  • Alimenti che contengono zinco come cioccolato fondente, anguria e farina di sesamo;
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso