15 Ottobre Ott 2018 1554 15 ottobre 2018

Perchè si starnutisce

  • ...

Capita tutti i giorni di sentire l’inconfondibile “ETCHIU’”, ovvero il rumore di persone che starnutiscono, così come spesso capita a chiunque di avvertire al naso la sensazione di prurito o di fastidio che precede l’emissione dello starnuto e, conseguentemente, di starnutire.

È interessante tuttavia andare ad analizzare le cause per le quali si emette uno starnuto, ossia una violenta emissione d’aria dai polmoni, che può raggiungere anche una velocità molto elevata, per liberare le vie respiratorie, poiché lo starnutire è a tutti gli effetti un riflesso naturale che l’essere umano (ma anche, ad esempio, cani e gatti) mette in atto nel momento in cui una sostanza estranea o patogena gli entra nel naso.

Leggi anche: "Come proteggersi dalle polvere sottili".

Curiosità sullo starnuto

Lo starnuto è stato molto analizzato anche nella storia, ad esempio gli antichi greci ne vedevano un vedevano un presagio divino ricollegabile alla situazione in cui esso avveniva, mentre Aristotele lo considerava “divino” poiché prodotto da una parte sacra del corpo, il capo.

Anticamente, inoltre, vi era anche una distinzione fra lo starnuto compiuto a destra e quello compiuto a sinistra, con il primo che recava prosperità e il secondo che era visto come presagio di qualcosa di negativo.

In generale, comunque, mentre alcuni studiosi nel passato hanno cercato di attribuire un significato allo starnuto, molti altri, al contrario, hanno mostrato scetticismo verso questa interpretazione.

Cause dello starnuto

Si può starnutire a causa di un'infezione virale respiratoria (tra le quali la più comune è il raffreddore), perché abbiamo preso freddo, in presenza di allergeni come ad esempio polline, pelo di animali o acari, oppure a causa della presenza di polveri o di sostanze irritanti come fumo, inquinamento, pepe, profumi, ammoniaca o muffa.

Leggi anche: "Quali sono rimedi naturali per raffreddore".

A volte si starnutisce anche guardando il sole: in questo caso si parla di starnuto riflesso fotico, ed è causato da un’associazione anomala tra il nervo ottico e il nervo trigemino, responsabile del riflesso dello starnuto.

Quando le fibre sensitive costituenti il nervo trigemino, che raggiungono anche la mucosa delle cavità nasale, vengono stimolate dai vari agenti esterni sopra elencati, si attivano scaricando così gli impulsi sui neuroni, i quali inviano il segnale a diversi muscoli, come il diaframma, quelli intercostali, la laringe e la faringe, arrivando così a quella potente espulsione di aria che è lo starnuto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso