22 Ottobre Ott 2018 1539 22 ottobre 2018

Vaccino antinfluenzale quando farlo

  • ...

Ogni anno puntuale arriva la tanto temuta influenza. Il consiglio dei medici è, per le fasce più deboli della popolazione, quello di vaccinarsi. Il vaccino è senza dubbio il metodo migliore per prevenire le sindromi influenzali e va fatto prima che arrivi il virus in quanto ha tempi un pò lunghi per entrare in circolo e fare il suo dovere.

Leggi anche Quanto costa il vaccino antinfluenzale

Chi deve vaccinarsi

Il Ministero della Saluta raccomanda il vaccino a determinate fasce della popolazione:

  • persone con età pari o superiore ai 65 anni;
  • bambini a partire dai 6 mesi;
  • bambini e adulti affetti da malattie croniche, malattie degli organi, malattie congenite o a rischio di complicazioni secondario per malattie preesistenti, personale sanitario;
  • familiari di soggetti ad alto rischio;
  • personale delle scuole, delle poste, della pubblica amministrazione e delle case di riposo;
  • donne in gravidanza tra il secondo e il terzo mese.

Il vaccino è comunque adatto a tutti coloro che intendano evitare di contrarre l’influenza e non abbiano particolari controindicazioni di carattere medico.

Leggi anche Vaccino antinfluenzale controindicazioni

Quando vaccinarsi

Il periodo ideale per la vaccinazione è quello tra ottobre e fine novembre. Ogni anno, infatti, il picco influenzale si ha tra dicembre e gennaio: il vaccino impegna circa 4 settimane per ottenere il massimo effetto ed ha una protezione limitata a 6-8 mesi. Anticipare, quindi, l’arrivo dei virus è indispensabile.

Le vaccinazioni vengono fatte negli ambulatori dei medici di famiglia, dai servizi vaccinali dell’Azienda Usl e in farmacie accreditate. Il vaccino anti-influenzale va ripetuto ogni anno perché, oltre a perdere di efficacia, ogni anno i virus cambiano.

Leggi anche Durata protezione vaccino antinfuenzale

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso