5 Novembre Nov 2018 0913 05 novembre 2018

Ibuprofene a cosa serve

  • ...

L’Ibuprofene è un farmaco che rientra nella categoria dei FANS, ovvero nella famiglia dei farmaci antinfiammatori non steroidei.

Tecnicamente si tratta di una sostanza derivata dell’acido propionico.

Leggi anche Perché prendiamo troppo ibuprofene

Per cosa usarlo

L’Ibuprofene può essere usato nei seguenti casi:

  1. dolori reumatici, in caso di osteoartrosi (ad esempio di artrosi all’anca, del ginocchio, lombare o cervicale);
  2. lombalgia, sciatalgia;
  3. trattamento di traumi avvenuti durante l’attività sportiva in modo accidentale, oppure nella cura dentistica;
  4. in ambito ostetrico e ginecologico può essere impiegato per la cura della dismenorrea o per il trattamento dei dolori conseguenti il parto;
  5. in caso di emicrania e cefalea, per curare ad esempio i sempre più comuni mal di testa;

È frequentemente usato in caso di stati febbrili.

Leggi anche Come curare la lombosciatalgia in modo naturale

Come si usa

L’Ibuprofene può essere assunto per via orale o rettale in caso di dolori di varia tipologia, come mal di testa, di denti o dolori mestruali.

Altra forma di somministrazione è quella intramuscolare, in caso di infiammazioni muscolari o scheletriche.

In caso di dolori articolari di lieve intensità, l’Ibuprofene può essere somministrato anche per via topica sotto forma di pomata da spalmare e massaggiare sulla zona interessata.

Esistono alcuni farmaci da banco a base di Ibuprofene che ne presentano un basso dosaggio. I farmaci con un dosaggio maggiore possono essere acquistati e assunti soltanto previa prescrizione medica.

Effetti collaterali

Trattandosi di un farmaco che potrebbe determinare ritenzione idrica e sviluppo di edema, andrebbe usato con estrema cautela da coloro che soffrono di scompenso cardiaco o ipertensione.

Leggi anche Quali sono effetti collaterali lungo termine ibuprofene

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso