23 Novembre Nov 2018 1156 23 novembre 2018

tosse notturna da cosa può essere provocata

  • ...

La tosse notturna non è solamente un disturbo che altera la qualità del riposo sia per gli adulti che per i bambini ma è anche una seccatura per chi dorme accanto alle persone che tossiscono, infatti il riposo diventa molto difficile soprattutto se la tosse è molto persistente.

Per questo motivo individuare dei rimedi efficaci alla tosse che affligge durante il giorno e che si manifesta con più intensità durante le ore notturne risulta indispensabile, per risolvere quello che potrebbe diventare un problema ancora più grave.

Leggi anche: "Cosa fare per calmare la tosse".

Le cause

La tosse notturna potrebbe essere innanzitutto di natura allergica, in tal caso la su manifestazione dovrebbe avvenire in particolar modo durante i periodi di pollinazione, ma anche in seguito all’acquisto di un nuovo elemento del letto oppure al cambio dei detersivi per lenzuola e federe.

La tosse potrebbe essere invece di natura infiammatoria, quando è in corso un’irritazione delle vie respiratorie per cause virali, per inalazione di agenti irritanti o per secchezza delle mucose. In questo caso la tosse si manifesta anche durante il giorno ma si intensifica notevolmente di notte.

Un’ulteriore causa potrebbe essere anche il reflusso gastroesofageo, ovvero il passaggio del contenuto acido dallo stomaco nell’esofago. Poiché la posizione sdraiata lo favorisce, il reflusso potrebbe intensificarsi di notte e causare irritazione alla gola o alle vie respiratorie.

Infine altre possibili cause potrebbero essere l’assunzione di farmaci ACE inibitori (prescritti per l’ipertensione), che secondo studi causerebbero la tosse nel 20% circa dei pazienti, o la polmonite, con la quale, però, la tosse da secca si trasforma abbastanza rapidamente in grassa.

Possibili rimedi

E’ fondamentale sapere che alcuni accorgimenti possono almeno alleviare il problema, se non risolverlo completamente.

Certamente è utile non dormire completamente sdraiati ma con le spalle alzate (per esempio aggiungendo altri cuscini) e bere molto prima del sonno per idratare la gola e le mucose.

Leggi anche: "Posizioni per dormire con la tosse".

E’ importante anche una pulizia adeguata delle lenzuola e dell’ambiente, sostituendo spesso la biancheria e igienizzando la camera da letto, così come è necessario non fumare in camera e rimuovere dalla stanza gli abiti dei fumatori o quelli che sono stati esposti al fumo.

Infine è sempre meglio umidificare adeguatamente l’ambiente in cui si dorme, poiché l’aria secca può aumentare l’irritazione della gola, ed eventualmente anche assumere un sedativo/mucolitico specifico per la tosse.

In ogni caso è sempre necessario consultare il proprio medico di fiducia nel caso in cui la tosse persista per più di 7-10 giorni, oppure se si nota un peggioramento della stessa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso