20 Dicembre Dic 2018 1519 20 dicembre 2018

Prolattina alta cosa comporta

  • ...

La prolattina è un ormone che serve a produrre il latte dopo il parto. Tale ormone é prodotto dalla ghiandola dell'ipofisi, situata alla base del cranio.

Funzioni della prolattina

La prolattina non è presente solo nelle donne ma è prodotta anche nell'uomo con funzionalità diverse: comportamento sessuale, umore, metabolismo.

É inoltre un ormone molto importante che interviene durante il ciclo mestruale e la maturazione del seno nelle donne.

Durante la gravidanza questo ormone aumenta considerevolmente per far cessare il ciclo mestruale e preparare il corpo della donna al parto e all'allattamento.

Leggi anche: Dopamina a cosa serve

Iperprollatinemia

Con questo termine si definisce un valore di prolattina superiore ai valori considerati normali non in gravidanza. Questo può essere sintomo di un tumore benigno dell'ipofisi che colpisce soprattutto le donne.

In altri casi può essere conseguenza dell'assunzione di alcuni farmaci antidepressivi o antidolorifici nonché causa di stress o eccessivo esercizio fisico.

I valori da considerare nella norma sono: nella donna adulta da 2 a 29 ng/mL, nella donna incinta o che ha appena partorito possono arrivare fino a 200 e oltre, nell’uomo i valori soglia sono 18 ng/ml.

Leggi anche: Come smettere di allattare

Conseguenze della prolattina alta

L'eccesso di prolattina nel sangue può portare a conseguenze gravi. Nelle donne si possono notare amenorrea, irregolarità del ciclo mestruale, produzione di latte sebbene non in gravidanza e secchezza vaginale.

Negli uomini, invece, può essere causa di infertilità, diminuzione del desiderio sessuale, aumento del seno e produzione di latte, riduzione dei peli e impotenza.

Leggi anche: Quali sono i motivi del calo del desiderio maschile

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso