14 Gennaio Gen 2019 1426 14 gennaio 2019

Sirdalud 2 mg: a cosa serve?

  • ...

Sirdalud 2 mg è un farmaco miorilassante ad azione centrale il cui principio attivo è la tizanidina. A cosa serve? Quando viene somministrato? Quali sono le controindicazioni e gli effetti collaterali? Scopriamolo in questa guida.

Sirdalud 2 mg: quando deve essere usato?

Essendo un miorilassante ad azione centrale, il farmaco Sirdalud 2 mg è usato per trattare le contrazioni involontarie dei muscoli (spasmi muscolari o a stiramenti) che cagionano dolori associati a problemi della colonna vertebrale e a dolori conseguenti a interventi chirurgici (ernia del disco, artrosi dell’anca, etc.).

Inoltre, viene utilizzato anche per trattare l’aumento del tono muscolare a riposo dovuto a problemi di tipo

neurologico (mielopatia cronica, accidenti vascolari cerebrali, malattie degenerative al midollo spinale, etc.).

Cosa sapere prima di prendere Sirdalud 2 mg?

Prima di prendere Sirdalud 2 mg è bene sapere se si è allergici alla tizanidina o ad uno qualsiasi degli altri componenti di questo farmaco, se si soffre di patologie epatiche, se si sta assumendo farmaci che contengono il principio attivo fluvoxamina (usato per trattare la

depressione) o ciprofloxacina (antibiotico usato per trattare le infezioni).

Sirlaud 2 mg: possibili interazioni con altri farmaci

Se si assumono inibitori moderati del citocromo P1A2, l’uso di Sirdalud 2 mg non è raccomandato.

Infatti, come conseguenza dell'interazione con gli inibitori del citocromo P1A2 e/o con farmaci antiipertensivi, può insorgere ipotensione, con gravi manifestazioni come la perdita di coscienza e il collasso circolatorio.

Nel caso sia stato utilizzato cronicamente, e/o ad alte dosi giornaliere, e/o in concomitanza a farmaci antiipertensivi, l’interruzione improvvisa del Sirdalud 2 mg può comportare l’ipertensione di rimbalzo e la tachicardia.

Durante la terapia con Sirdalud, il consumo di alcool deve essere ridotto al minimo o evitato in quanto può aumentare potenziali eventi dannosi.

La somministrazione concomitante di Sirdalud e rifampicina determina una riduzione del 50% delle concentrazioni di tizanidina.

Anche i sedativi, gli ipnotici e altri medicinali come gli antistaminici possono aumentare l'azione sedativa di tizanidina.

Durante la gravidanza, è buon consiglio chiedere al medico o al farmacista prima di prendere qualsiasi medicinale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso