11 Ottobre Ott 2018 1730 11 ottobre 2018

Perché nella pallavolo un giocatore ha la maglia diversa

  • ...

Grazie alle ottime prestazioni delle nostre nazionali maschile e femminile di pallavolo nei campionati mondiali di volley, per i quali la RAI trasmette tutte le partite dell’Italia, sicuramente molti telespettatori che si avvicinano per la prima volta a questo sport si saranno domandati come mai esiste un giocatore con la maglia differente da tutti gli altri compagni di squadra.

Leggi anche: "come scaricare video rai con real player"

La risposta a questa domanda è molto semplice: tale giocatore è il libero, e le sue caratteristiche sono spiegate nei paragrafi seguenti.

Introduzione del ruolo del libero e sue caratteristiche fisiche

Il libero è, dal punto di vista cronologico, l’ultimo ruolo introdotto dalla Federazione Internazionale di Pallavolo nel 1997 e, in Italia, è stato introdotto dalla Federvolley nel nell’anno successivo.

Leggi anche: "quanto dura una partita di pallavolo"

Dalla stagione agonistica 2007-2008 si è aggiunta la possibilità per le società di iscrivere a referto un secondo libero, che può alternarsi senza limitazione con l'altro omologo, come se i due costituissero una sola entità. Tale utilizzo è essenzialmente legato ai casi di infortunio o di rimpiazzo del libero stesso, oppure alla possibilità dell’allenatore di schierare la migliore formazione a suo giudizio, nonché quella di rimpiazzare il titolare espulso o squalificato.

Dal punto di vista fisico il Libero presente un’altezza non molto elevata, ma una notevole agilità. E’ generalmente molto veloce ed è il più dotato della squadra nei fondamentali di ricezione e difesa. Deve anche essere bravo nel palleggio e nelle alzate in bagher, per sostituirsi al palleggiatore in caso di necessità.

Il libero indossa una maglia di colore diverso da quelle dei suoi compagni di squadra, poiché deve essere sempre riconoscibile soprattutto dall’arbitro, essendo sottoposto a regole diverse da quelle dei suoi compagni.

Caratteristiche di gioco del libero

Il libero può giocare solo in seconda linea (zone 1, 6 e 5 del campo) ed essendo specializzato nella ricezione e nella difesa ha parecchie limitazioni nel modo di giocare che di fatto lo escludono dalla possibilità di svolgere gli altri fondamentali.

Un libero infatti non può battere, non può concludere un attacco da qualunque parte del campo se colpisce il pallone al di sopra del bordo superiore della rete e non può murare o tentare di farlo.

Le sostituzioni che lo coinvolgono sono illimitate e devono essere effettuate a gioco fermo, prima dell’autorizzazione al servizio.

Normalmente nella pallavolo moderna il libero entra in campo per sostituire il centrale Leggi anche , ed esce al momento di passare in prima linea per farvi rientrare il centrale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso