21 Ottobre Ott 2018 2308 21 ottobre 2018

Caserta Vecchia cosa vedere

  • ...

Caserta Vecchia sorge sui primi speroni calcarei dei monti tifatini, al centro di un arco montano che avvolge la pianura. Se volete abbandonare la piana di Caserta, il traffico della città o lo sfarzo della grande Reggia borbonica, salendo verso i monti potete entrare in un angolo dove rimane sui muri delle case ancora vivo quel tempo che è chiamato Medio Evo. Un'epoca dove le genti fuggivano dalle pianure, ormai insicure, per raggiungere le cime dei monti, osservare dall'alto gli avvenimenti e rinchiudersi nelle rocche, per difendersi vuoi da un barbaro, vuoi da un imperatore ormai decaduto. Le prime notizie del centro rimandano, infatti, all'epoca longobarda, ma l'apogeo avvenne sotto il dominio Normanno prima e Svevo poi. Ancora oggi le attrazioni principali rimandano a quella lontana epoca di splendore.

Caserta Vecchia; il Castello e la Cattedrale

Il centro è dominato dal Castello, le cui rovine maestose sorgono ancora sulla culminazione rocciosa. Il suo imponente torrione circolare e il semplice sistema murario a diverse torri di guardia quadrangolari, chiudono ancora il perimetro difensivo. All'epoca Sveva, quando la cittadina era sede episcopale, rimandano sia il Palazzo dei Vescovi di Casertavecchia che la Cattedrale di San Michele Arcangelo. Quest'ultima è uno squisito esempio di gusto romanico unito alle più recenti influenze arabe importate dalla Sicilia, come è ben evidente dalle finestre a ferro di cavallo intrecciati della torre della cupola.

Caserta Vecchia; Chiese ed Osterie

Passeggiando per le vie non mancano altri punti di interesse, come la Chiesa dell'Annunziata, l'Arco di Via Torre, la Casa delle Bifore, o poco fuori dal centro la Chiesa di San Rocco. Perdersi per l'intrico di vie è facile, ma fin piacevole e non di rado la fame del cammino può essere ristorata dalle tipiche osterie.

Caserta Vecchia, camminando fino alla Torre della Lupara

Infine, per coloro che amano camminare, lungo la sella occidentale del Monte Virgo, è possibile visitare i resti della Torre della Lupara, apprestamento difensivo esterno al castello principale a controllo delle vie di transito verso l'Appennino.

Non resta che partire verso il borgo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso