Sport 13 Gennaio Gen 2019 1119 13 gennaio 2019

Pashutin: "La panchina di Sassari è stata la chiave"

Il coach di Cantù ha analizzato così la sconfitta contro i sardi.

  • ...
Pashutin: La panchina di Sassari è stata la chiave

"Per noi è stata una partita difficile in difesa. Abbiamo provato a difendere solidamente su Bamforth, Thomas e Cooley ma, mentre con quest’ultimo ci siamo riusciti grazie all’ottimo lavoro di Jefferson, evitandogli tiri semplici, con gli altri due purtroppo non ci siamo riusciti. Entrambi ci hanno segnato tanto, troppo. Abbiamo subito 97 punti e questo, ad essere sincero, mi dà parecchio fastidio. Per come ragiono io, per la mia filosofia, 97 punti sono troppi".

"Siamo stati in partita fino all’81 pari, poi purtroppo abbiamo un po’ perso il ritmo, subendo troppi canestri e troppi contropiedi negli ultimi due minuti. Purtroppo, le rotazioni corte hanno inciso: Tassone si è ritrovato con 3 falli spesi molto velocemente, poi non sono riusciti a finire la partita Blakes, Gaines e Jefferson. È la prima volta in questa stagione che tre dei nostri giocatori escono per 5 falli. Tutti questi falli, però, nascono dalla mia richiesta prima della partita di essere molto aggressivi sul portatore di palla. Sassari, invece, che poteva disporre di una panchina più profonda, è stata brava a caricarci di falli, sfruttando questa cosa nel finale".

Powered by Sportal.it