La candidata leghista in Basilicata urla di essere fascista

La candidata leghista in Basilicata urla di essere fascista

«Se Fascista vuol dire essere a favore del popolo allora io sono Fascista». A dirlo è stata, durante un comizio elettorale, Gerarda Russo candidata alla carica di consigliere regionale della Lega in Basilicata Gerarda Russo. Una frase infelice che ha suscitato diverse polemiche, soprattutto a sinistra. Russo ha poi voluto chiarire sulla sua pagina Facebook: «Strumentalizzare un concetto di una frase è da vigliacchi quali siete. La frase è: “Se Fascista vuol dire essere a favore del popolo allora io sono Fascista” che equivale a dire “se essere Populista vuol dire essere a favore del popolo allora io sono Populista”. È stata una risposta data a quei ragazzi che non conoscono il senso della democrazia contestando durante il comizio e accusandomi di essere Fascista. Nessuno del nostro partito si è mai permesso di contestare i loro capi politici! Ragazzi pilotati da qualcuno che non voleva si svolgesse il comizio. Mi avete definita anche razzista, xenofoba e populista... sono orgogliosa di essere Italiana come ha detto Matteo Salvini. Al posto di fare campagne elettorali basate su offese e campagne denigratorie pensate a farle su progetti... che forse non avete!». (video Facebook)

  • ...