Il trasporto in acqua della bomba inesplosa ritrovata a Fano

Circa 23 mila persone erano state completamente evacuate per il pericolo bomba scattato intorno alle 20.00 di martedì 13 marzo nel centro storico di Fano. Le verifiche sull'ordigno della seconda guerra mondiale, infatti, avevano accertato che poteva esplodere: era stato accidentalmente innescato durante i lavori di escavazione e aveva una spoletta ritardata che avrebbe potuto far detonare la bomba entro 144 ore. La bomba è stata trasportata nelle profondità marine da un'operazione dell'esercito e della marina militare.

  • ...