Il 5 settembre 1938 venivano approvate le leggi raziali

Era il 5 settembre 1938 quando il governo Mussolini approvò le leggi raziali. Per molti fu il preludio dello shoah italiano. Questi provvedimenti erano rivolti prevalentemente contro le persone di religione ebraica. Il loro contenuto fu annunciato per la prima volta il 18 settembre 1938 a Trieste da Benito Mussolini, da un palco posto davanti al Municipio in Piazza Unità d'Italia, in occasione di una sua visita alla città. Furono abrogate con i regi decreti-legge n. 25 e 26 del 20 gennaio 1944, emanati durante il Regno del Sud.

  • ...