Quando un Berlusconi in lacrime diceva dei profughi albanesi: «L'Italia deve essere solidale con loro»

Corsi e ricorsi della storia. Se oggi si parla di invasione dall'Africa, un tempo si parlava di quella dai Balcani. Ma se nel 2018 la destra politica ordina la chiusura dei porti, l'arresto dei migranti e il rimpatrio immediato, negli Anni 90 i toni erano molto diversi. Nel bel mezzo dell'esodo di disperati provenienti da Albania e Romania, un Silvio Berlusconi in lacrime e da poco entrato in politica bacchettava gli italiani chiedendo di mettere a disposizione di questi sfollati l'ospitalità e l'empatia tipica del nostro Paese.

  • ...