Il monito di Primo Levi contro i nuovi fascismi

L'11 aprile 1987 il corpo senza vita di Primo Levi venne trovato al fondo della tromba delle scale del suo palazzo. Lo scrittore aveva condotto una vita tormentata dopo essere sopravvissuto al campo di sterminio nazista di Auschwitz. "Se questo è un uomo", l'opera in cui racconta i suoi giorni passati nel lager, è diventata la più importante testimonianza della letteratura italiana sul tema della Shoah e sull'importanza della memoria. (Video Rai)

  • ...