Riondino: «A mio agio nella veste di padrino del Festival e di Salvini non parlo»

Michele Riondino, padrino della Mostra del Cinema di Venezia, ha duramente criticato Matteo Salvini per la sua gestione politica dei migranti e del ministero dell'Interno. «Sono contento di non incontrare il ministro Salvini né altri rappresentanti del cosiddetto governo del cambiamento», aveva detto al Corriere del Veneto. Il leader della Lega gli ha risposto su Twitter: «Il "padrino" della Mostra del Cinema di Venezia, tal Michele Riondino qui in compagnia della tranquilla Asia Argento si dichiara "contento di non incontrare Salvini”. Invece lo incontrerei volentieri, sono curioso e testardo, nella speranza di riportarlo su retta via...». Intervistato successivamente ha dichiarato di non voler più parlare del titolare del Viminale.

  • ...