Italia divisa in due, freddo al nord e autunno al centro-sud

Redazione
28/11/2023

Temperature sotto la media nel settentrione. Al centro-sud, invece, dominano le correnti molto umide provenienti dall'Atlantico e sono attese piogge abbondanti con il termometro anche sopra i 15 gradi tipici dell'autunno.

Italia divisa in due, freddo al nord e autunno al centro-sud

Italia divisa in due: al nord continua la fase fredda del ciclone artico con temperature sotto la media del periodo per almeno 10 giorni; al centro-sud dominano le correnti molto umide provenienti dall’Atlantico e sono attese piogge abbondanti con il termometro anche sopra i 15 gradi tipici dell’autunno. È quanto annuncia Lorenzo Tedici, meteorologo del sito www.iLMeteo.it. «Al centro-sud sono attese piogge persistenti, in particolare sul versante tirrenico, ed un aumento significativo della quota neve che nei prossimi giorni imbiancherà solo le cime più alte degli Appennini», afferma. La brusca risalita delle temperature farà anche fondere rapidamente la neve caduta, provocando locali piene fluviali.

Mercoledì 29 novembre tregua metereologica, giovedì torna il brutto tempo

Al Nord l’aria fredda resterà intrappolata in Val Padana: insieme allo smog, il freddo sarà ancora protagonista per almeno 10 giorni con possibili deboli nevicate anche in pianura. Nelle prossime ore il settentrione sarà in prevalenza asciutto, mentre piogge e locali temporali si sposteranno dalla Toscana e dalla Sardegna ancora verso l’Umbria, il Lazio, la Campania e la Calabria tirrenica. Soprattutto tra Lazio e Basso Tirreno saranno possibili anche dei nubifragi. Previste burrasche di Maestrale e di Ponente al Centro-Sud. Mercoledì 29 novembre avremo una tregua meteorologica: da nord a sud il tempo sarà asciutto e meno ventoso. Giovedì 30, sarà di nuovo brutto, invernale al nord ed autunnale al centro-sud.