Scontri e arresti prima di Ajax-Juventus

10 Aprile 2019 17.28
Like me!

Diverse decine di tifosi italiani della Juventus sono state fermate ad Amsterdam. Lo riferisce il quotidiano olandese De Telegraaf nel sua edizione online. Il gruppo, si legge, era in possesso di fuochi d'artificio, manganelli, spray al peperoncino e un coltello e si trovava nelle vicinanze della Johan Cruijff Arena, dove è in programma l'andata dei quarti di Champions, Ajax-Juventus. Secondo quanto riferito dai media che riportano notizie di fonte della polizia, i tifosi della Juventus sono stati arrestati e trasferiti in autobus in un centro di detenzione. Tra l'altro, immagini diffuse da Sky, mostrano l'uso di idranti e fumogeni da parte della polizia verso i gruppi di tifosi nei pressi dello stadio. Un folto gruppo di ultrà juventini avrebbe acceso fumogeni ed esploso petardi nelle vicinanze dello stadio, dove la polizia olandese ha risposto con gli idranti. Molti tifosi bianconeri sarebbero senza biglietto per la partita di questa sera. La polizia è intervenuta anche in metropolitana dove sono stati trovati tifosi che portavano bastoni, mazze di ferro, bombolette di spray urticante e altri oggetti atti all'offesa. Alcune cariche sono state effettuate dalla polizia, anche con i reparti a cavallo, per disperdere tifosi dell'Ajax, sempre vicino allo stadio.

MATTEO SALVINI: «TENETE LA TESTA SULLE SPALLE»

La notizia era stata anticipata in una diretta Facebook dal ministro degli Interni Matteo Salvini. Centoventi tifosi juventini, aveva dichiarato il ministro sono stati fermati ad Amsterdam perché «avevano oggetti non esattamente appropriati per andare ad uno stadio». Nel video il ministro degli Interni chiede ai tifosi che si trovano nella capitale olandese per seguire l'incontro tra Ajax e Juve di tenere la testa sulle spalle». «Il calcio è bello, lo sport è bello – ha aggiunto – però a mani pulite a volto pulito senza far casino, mi raccomando».

LEGGI ANCHE: Capo ultrà della Juventus arrestato in un'operazione antimafia

© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *