La Juventus vince lo scudetto 2019

La Juventus vince lo scudetto 2019

I bianconeri hanno battuto la Fiorentina 2 a 1 e conquistano il loro ottavo titolo consecutivo. CR7: «Grande stagione, resto al mille per cento».

20 Aprile 2019 17.52

Like me!

La Juve batte la Fiorentina 2 a 1 ed è ancora, per l'ottava volta consecutiva, campione d'Italia. I bianconeri con Cristiano Ronaldo in più nel motore erano strafavoriti al successo finale e il loro regno sulla serie A non è mai stato minacciato. Quasi una noia al vertice: il vantaggio è diventato incolmabile già alla fine del girone di andata, nonostante gli sforzi del Napoli per restare in corsa. E al 20 aprile, con 5 giornate di anticipo, eguagliando il record del Grande Torino e poi di Fiorentina e Inter, è arrivata anche la certezza aritmetica che nessuno avrebbe più potuto raggiungere la squadra di Allegri.

LEGGI ANCHE: Antidoti semiseri al dominio della Juventus campione d'Italia

Non è stata una partita semplice per la Juve. I Viola sono andati in vantaggio dopo 6 minuti, con Milenkovic abile a sfruttare le indecisioni di Szczesny e Rugani, poi straripanti in contropiede: palo e traversa di Chiesa, salvataggio di Bonucci sul cross di Simeone per lo stesso attaccante che, quando è poi stato sostituito, ha diviso il pubblico dell'Allianz: applausi e fischi. Il pareggio di Alex Sandro, un colpo di testa in tuffo sul calcio d'angolo di Pjanic, e il 2-1 decisivo grazie all'autogol di Pezzella in anticipo su Bernardeschi sull'assist costruito da Ronaldo con un'accelerazione pazzesca, saltando come un birillo il difensore. A CR7 è mancato il gol, sarebbe stato il suo 600esimo nella carriera con squadre di club. L'ha cercato in tutti i modi, ma a parte lo scatto bruciante per il 2-1, del suo repertorio non si è visto quasi niente, nel pomeriggio del tricolore. Anzi, un tiraccio all'inizio finito neppure sul fondo, una palla svirgolata a centrocampo, tanti contrasti persi. La Fiorentina ha fatto il suo dovere fin all'ultimo, cercando un pareggio di prestigio che comunque non avrebbe rovinato la festa bianconera, con l'obiettivo prioritario di prepararsi alla seconda semifinale di Coppa Italia, giovedì a Bergamo. Poi la festa bianconera, più sobria del solito, ma festa comunque come al solito: i giocatori in campo in cerchio a saltellare, il ringraziamento alle curve, i magnum di spumante per brindare.

LEGGI ANCHE: La Juventus women è campione d'Italia

RONALDO: «UNA GRANDE STAGIONE, RESTO AL MILLE PER CENTO»

«È stata una grande stagione, non è andata bene in Champions ma il prossimo anno sarà migliore. Se resto? Al mille per cento!», ha detto Romaldo celebrando la vittoria. «Sono molto contento per aver vinto il titolo alla mia prima stagione in Italia con la Juventus», ha aggiunto ai microfoni di Dazn l'attaccante portoghese.

ALLEGRI: «VINCERE NON È MAI SEMPLICE»

«Questo scudetto ha un valore importante, nonostante i punti di vantaggio è stato difficile, vincere non è mai semplice». Massimiliano Allegri racconta così l'ottavo scudetto consecutivo della Juventus, il quinto per lui in altrettante stagioni sulla panchina bianconera. «Abbiamo avuto tanti infortunati e, di conseguenza, abbiamo lavorato meno del solito», spiega il tecnico, che chiede alla sua squadra di «migliorare dal punto di vista psicologico: gli imprevisti vanno saputi gestire, bisogna giocare con totale serenità».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *