«Kamikaze donna a Parigi? Poco credibile»

Redazione
23/09/2010

Continua il tira e molla sugli allarmi terrorismo in Francia. Dopo aver confermato le voci di una donna kamikaze ricercata...

«Kamikaze donna a Parigi? Poco credibile»

Continua il tira e molla sugli allarmi terrorismo in Francia. Dopo aver confermato le voci di una donna kamikaze ricercata a Parigi, il capo della polizia francese, Frederic Pechenard, il 23 settembre ha affermato che quella della misteriosa attentatrice suicida è «un’informazione poco credibile».
La procura antiterrorismo della capitale francese ha aperto anche un’inchiesta per verificare la notizia sulla kamikaze, arrivata dai servizi di controspionaggio il 20 settembre, ma secondo Pechenard, intervistato dal quotidiano francese Liberation, «si tratta di un’informazione che abbiamo avuto, ma che oggi sembra poco credibile».
Il capo della polizia non ha evitato di tornare sull’allarme terrorismo scattato a Parigi lo scorso 16 settembre: «Mi hanno svegliato all’1,30 della notte per informarmi della notizia di un servizio amico, relativa a un progetto di attentato a Parigi in giornata. Abbiamo intensificato tutte le misure di vigilanza nei luoghi pubblici, le stazioni e gli aeroporti. Evidentemente, la minaccia ha perso credibilità».
Ma l’allerta non si abbassa. Pechenard insiste: «Esiste un allarme terrorismo ed è ben reale. Abbiamo un picco di pericolosità e preoccupazioni mirate». Allo stesso tempo però ha invitato tutti a «mantenere la serenità» di fronte al moltiplicarsi dei falsi allarmi.