Il capo di Gabinetto Kevin Sweeney lascia il Pentagono

Il capo di Gabinetto Kevin Sweeney lascia il Pentagono

06 Gennaio 2019 11.06
Like me!

Nuovo addio al Pentagono. Secondo quanto riportano i media statunitensi, si è dimesso il capo di Gabinetto Kevin Sweeney. Quello del 55enne contrammiraglio originario del Montana è il terzo addio illustre in questo inizio 2019. I primi due, il segretario alla Difesa Jim Mattis e l’inviato per la coalizione anti Isis, Brett McGurk, avevano già deciso di lasciare in aperto disaccordo con la decisione del presidente americano Donald Trump di ritirare le truppe Usa dalla Siria. «Dopo due anni ho deciso che è il momento giusto per tornare al settore privato. È stato un onore servire insieme agli uomini e alle donne del dipartimento della Difesa», si legge in un comunicato diramato dallo stesso Sweeney e riportato dai media Usa.

LEGGI ANCHE: Perché il segretario della difesa Mattis si è dimesso

Il nuovo segretario alla Difesa, Patrick Shanahan, si è insediato alla fine del 2018. Tuttavia, viste le continue defezioni e l'opposizione da parte di difersi alti funzionari del Pentagono alle decisioni di Trump, il presidente Usa starebbe pensando di cambiare ancora affidando il ruolo a Jim Webb, ex senatore democratico della Virginia e segretario della Marina militare ai tempi di Ronald Reagan. Nonostante appartenga alla fazione democratica, Webb condivide con The Donald le scelte di politica estera. Da qui la possibilità di una convivenza tutt'altro che forzata.

LE IDEE PRO TRUMP DI JIM WEBB

Del resto Webb è da tempo che spinge per il ritiro delle truppe americane dal Medio Oriente, ritiro annunciato a dicembre 2018 dallo stesso Trump, per concentrarle in modo più aggressivo sul versante della Cina. Durante un importante dibattito nel 2015 si era infatti scagliato contro le azioni di Pechino nel Mar Cinese Meridionale e gli attacchi informatici contro gli americani. Il ritiro militare statunitense, tuttavia, non ha ancora una data certa e pare che a Washington attendano proprio l'arrivo del nuovo segretario alla Difesa per dare il via alle operazioni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *