Kimberly Bonvissuto, la procura: «È in Italia e sta bene»

Redazione
27/11/2023

Secondo gli inquirenti la scomparsa della 20enne da Busto Arsizio da lunedì 20 novembre «è da ritenersi un allontanamento volontario non causato da minacce». La famiglia è stata avvisati degli sviluppi.

Kimberly Bonvissuto, la procura: «È in Italia e sta bene»

È In Italia e sta bene Kimberly Bonvissuto, la 20enne scomparsa da Busto Arsizio, in provincia di Varese, da lunedì 20 novembre. «All’esito delle indagini finora svolte e sulla base degli elementi verificati l’allontanamento di Kimberly è da ritenersi volontario e non causato da intimidazioni o minacce». Lo ha dichiarato in una nota il procuratore di Busto Arsizio, Carlo Nocerino, il quale ha aggiunto che «la ragazza è in territorio italiano e in buone condizioni di salute, e la famiglia è stata informata di questi attuali sviluppi».