Cosa sappiamo sull’incendio nello studio di animazione di Kyoto

Almeno 33 persone sono morte, ma il numero potrebbe salire col passare delle ore. Ad appiccare il fuoco un 41enne che ha lanciato del liquido incendiario. Rimasto ferito, è stato trasportato in ospedale.

18 Luglio 2019 09.36
Like me!

Sono almeno 33 le persone morte nell’incendio scoppiato in uno studio di animazione di Kyoto: ci sarebbero anche molti dispersi e un funzionario dei vigili del fuoco, Satoshi Fujiwara, ha detto che i feriti sono 36, alcuni dei quali sono in condizioni critiche.

IL PRESUNTO RESPONSABILE TRASFERITO IN OSPEDALE

La polizia locale ha riferito che molti corpi sono stai trovati al secondo piano dell’edificio della Kyoto Animation, una società fondata nel 1981, e che i vicini hanno sentito una serie di esplosioni seguite da potenti fiammate.

IGNOTE LE RAGIONI DEL GESTO

Un uomo di 41 anni, considerato il responsabile dell’incendio, risulta tra i circa 36 feriti ed è stato trasferito in ospedale. L’uomo avrebbe lanciato del liquido incendiario nel locali dello studio di produzione di cartoni animati manga. Non sono chiare le ragioni del gesto. Al momento del rogo, all’interno dei locali c’erano circa 70 persone. Qualcuno è riuscito a uscire, ma circa la metà degli impiegati è rimasta bloccata nell’edificio a tre piani .

© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *