La cannabis aumenta il rischio di psicosi

Redazione
17/02/2015

Fumare cannabis molto potente, come per esempio la skunk, potrebbe aumentare del 24% il rischio di malattie mentali, come schizofrenia...

La cannabis aumenta il rischio di psicosi

Fumare cannabis molto potente, come per esempio la skunk, potrebbe aumentare del 24% il rischio di malattie mentali, come schizofrenia e disturbo bipolare. Lo ha dimostrato un nuovo studio del King’s College di Londra condotto mettendo a confronto 410 pazienti di un ospedale psichiatrico tra i 18 e i 65 anni, che presentavano i primi sintomi di psicosi, con 370 persone sane. Il rischio è cinque volte più alto per chi fa uso di cannabis ogni giorno.
DROGA PESANTE. «È come l’alcol, bere un bicchiere di vino ogni tanto va bene ma una bottiglia di whisky al giorno ti può mettere nei guai», hanno spiegato i ricercatori. In generale nella skunk, il tetrahydrocannabidinolo, si presenta in una quantità 25 volte maggiore dell’hashish.