La vita dannata di René

Redazione
21/01/2011

di Silvana Salvadori Un altro weekend al cinema all’insegna della commedia italiana. Dopo il successo di Checco Zalone, venerdì 21...

di Silvana Salvadori

Un altro weekend al cinema all’insegna della commedia italiana. Dopo il successo di Checco Zalone, venerdì 21 gennaio sbarca nelle sale l’attesissimo Qualunquemente di Antonio Albanese. Sembra destinato a scalare il botteghino anche Immaturi, che regala un’interessante istantanea su un gruppo di amici e le loro storie ricche di equivoci e strane coincidenze.
Nelle sale arriva anche la pellicola Vallanzasca – Gli angeli del male, per la regia di Michele Placido, in cui Kim Rossi Stuart interpreta il bel René, criminale attivo negli anni Settanta e condannato a quattro ergastoli e 260 anni di reclusione. Dall’estero arriva una piacevole distrazione: il divertente Animals United 3D. Ma anche due pellicole drammatiche: La donna che canta, di Denis Villeneuve, e Segui il tuo cuore di Burr Steers.

Animals United 3D

La piena del Delta dell’Okavango, fondamentale per il prosperare della vita in quel tratto di Africa, quest’anno non è arrivata, e gli animali sono seriamente in difficoltà. In ballo c’è la loro stessa sopravvivenza. Così, animato da Billy il dispettoso lemure e Socrates il leone vegetariano, un gruppo di animali diversi per specie ed estrazione geografica si metteranno alla ricerca dell’acqua perduta e lungo la strada la spedizione diventerà sempre più partecipata.
Destinazione finale sarà New York, simbolo dell’irrazionalità ambientalista del genere umano che è causa di tutti i disastri ambientali che hanno compromesso la vita di questi coraggiosi animali. Tratto dal libro di Erich Kästner La conferenza degli animali, storia e personaggi hanno davvero poco di originale, senza troppi sforzi, infatti, è possibile scorgervi dietro alcuni classici del cinema di animazione americano degli ultimi tempi, da L’era glaciale a Madagascar. Ma il messaggio smaccatamente ambientalista gli è valso la partnership del Wwf e forse anche la possibilità di essere visto da chi ha voglia di godersi un finale diverso dalla solita distruzione del mondo per opera dell’uomo. Ecologico. 

Regia: Reinhard Klooss, Holger Tappe; Genere: Animazione (Germania 2010); Attori (voci): Ralf Schmitz, Thomas Fritsch, Christoph Maria Herbst, Bastian Pastewka, Oliver Kalkofe

La donna che canta

I gemelli Jean e Simon Marwan, alla morte della loro madre, si trovano per le mani un testamento spirituale da condividere con un padre che credevano morto e un fratello che non hanno mai sospettato di avere. I due, quindi, decidono di partire alla volta del Medio Oriente per ritrovare le origini della loro madre libanese: scopriranno una donna lontana da quella che hanno conosciuto e che prima di morire si era chiusa in un mutismo ostinato e incomprensibile.
In Libano i gemelli si scontreranno con la storia, con la guerra e con il coraggio di una donna che ha subito violenze e poi è scappata in Canada per sopravvivere. Il soggetto del film è tratto dall’omonima pièce teatrale di Wajdi Mouawad. La pellicola è ambiziosa, raccontare la storia recente della Palestina fatta di conflitti fratricidi non è cosa facile, per questo Villenueve ha messo in campo lo sguardo doppio di una figlia che si contrappone a quello della madre in gioventù. Introspettivo.

Regia: Denis Villeneuve; Genere: Drammatico (Francia, Canada 2010); Attori: Lubna Azabal, Mélissa Désormeaux-Poulin, Maxim Gaudette, Rémy Girare

Immaturi

Se dopo vent’anni gli italiani dovessero essere richiamati a rifare l’esame di maturità, forse lo passerebbero in pochi. Ed è proprio questa piccola sciagura, a causa di un errore del ministero, che si trova ad affrontare un gruppo di ex liceali. Se non lo ripeteranno, tutti i successivi titoli di studio verranno annullati. E allora sotto con le versioni di latino, i compiti di matematica e la storia che non sta in testa. M,a soprattutto, di nuovo sotto con le vecchie amicizie, i legami di un tempo, un gruppo affiatato che di colpo si era sgretolato ed ora è di nuovo qui a chiedere il conto di una bugia che è costata troppo. Paolo Genovese arriva in sala contemporaneamente con due film, perché sempre suo è il riuscito La banda dei babbi natale con Aldo, Giovanni e Giacomo. E anche in questo caso il regista mette in campo i buoni sentimenti per raccontare le storie di immaturi in cui è fin troppo facile rispecchiarsi. Piacevole.

Regia: Paolo Genovese; Genere: Commedia (Italia 2010); Attori: Raoul Bova, Barbora Bobulova, Luisa Ranieri, Luca Bizzarri, Paolo Kessisoglu, Ricky Memphis, Giovanna Ralli, Giulia Michelini, Ambra Angiolini, Anita Caprioli, Maurizio Mattioli

Qualunquemente

Un imprenditore prestato alla politica, che ha fatto fortuna appoggiandosi alla mafia con infiniti raggiri e che ritorna dal suo esilio all’estero, dove è pure diventato bigamo, per concorrere alla carica di sindaco di un piccolo paese del sud. Che immancabilmente otterrà grazie a truffe spudorate, donne-oggetto regalate come cioccolatini, intimidazioni e corruzione, anche di fronte alla specchiata serietà del suo avversario De Santis.
E se sono in tanti ad aspettarsi che Cetto La Qualunque buchi il grande schermo così come ha fatto nella trasmissione di Fabio Fazio, c’è chi mormora che la realtà abbia già superato la fantasia e che quindi il gioiellino di Albanese esca in qualche modo datato. Ma il film diretto da Manfredonia è l’essenza della tragi-commedia, ovvero il ridere per non piangere di fronte allo squallore della politica italiana, quindi qualche risata la strappa per forza. L’unica perplessità, tuttavia, resta nella capacità di Cetto La Qualunque di “reggere” la scena di un lungometraggio andando oltre agli sketch, riuscitissimi, di Che tempo che fa. Spassoso.

Regia: Giulio Manfredonia; Genere: Commedia (Italia 2011); Attori: Antonio Albanese, Sergio Rubini, Lorenza Indovina, Salvatore Cantalupo, Luigi Maria Burruano, Antonio Gerardi, Gianluca Cammisa

Segui il tuo cuore

Charlie perde il fratellino più piccolo durante un incidente stradale. Sebbene entrambi coinvolti nello scontro, solo Charlie si salva ma dopo aver fatto la promessa al fratello Sam di non abbandonarlo mai. Così lascia la sua passione per la barca a vela e la scuola e finisce per fare il guardiano notturno del cimitero in cui è sepolto Sam. Il quale ogni sera si ripresenta per giocare a baseball. E sebbene anche il fantasma di Sam lo sproni a riprendersi la sua vita, solo il ritorno di una ex compagna di scuola riuscirà a liberare Charlie dai sensi di colpa e dalla sua condizione di autoreclusione. Il giovane Zac Efron è ai primi tentativi di smarcarsi dal ruolo che con High School Musical gli ha regalato fortuna e fama. Qui ha trovato un ruolo impegnativo, ma la storia è condita con un po’ troppo miele, anche per le fan più sfegatate. Il soggetto è un adattamento cinematografico dell’omonimo best-seller di Ben Sherwood. Tragico.

Regia: Burr Steers; Genere: Drammatico (Usa 2010); Attori: Zac Efron, Amanda Crew, Ray Liotta, Kim Basinger, Chris Massoglia, Dave Franco, Donal Logue, Charlie Tahan, Tegan Moss, Augustus Prew, Brenna O’Brien, Julia Maxwell, Matt Ward

Vallanzasca – Gli angeli del male

Dopo il successo di Romanzo criminale, Michele Placido ci ha preso gusto a portare sul grande schermo storie di vite dannate. Questa volta è toccato al “bel Renè”, ovvero Renato Vallanzasca, autore nella Milano degli anni Settanta di rapine, sequestri di persona, fughe dal carcere e omicidi. Il protagonista è rappresentato da Kim Rossi Stuart che, dopo essere stato uno splendido Freddo, ha lavorato al fianco di Placido anche per la stesura finale della sceneggiatura. Rifiutato da Rai e Medusa, il film ha subito creato molte polemiche, più per la scelta del soggetto che per i reali contenuti. Alla lavorazione ha partecipato lo stesso Vallanzasca, che durante il giorno può uscire dal carcere con un permesso di lavoro, attraverso la rilettura e l’adattamento del libro Il fiore del male scrittto insieme a Carlo Bonini ed edito da Marco Tropea Editore, e Lettera a Renato di Vallanzasca e Antonella D’Agostino, edito da Cosmopoli. Avventuroso.

Regia: Michele Placido; Genere: Drammatico (Italia 2010); Attori: Paz Vega, Kim Rossi Stuart, Filippo Timi, Moritz Bleibtreu, Valeria Solarino, Francesco Scianna