Christine Lagarde vuole rivedere le regole di budget dell’Ue

La futura presidente della Bce si è detta favorevole ad ammorbidire le norme che fissano i paletti per i bilanci nazionali.

29 Agosto 2019 19.13
Like me!

La futura presidente della Bce, Christine Lagarde, è favorevole a una revisione delle regole che fissano i paletti per i bilanci nazionali e anche alla creazione di un strumento per aiutare l’Eurozona ad affrontare momenti di difficoltà. Lo scrive il Financial Times online. Lagarde ritiene in particolare che la revisione delle regole offrirà l’occasione «per valutare l’efficacia dell’attuale quadro normativo e discutere delle opzioni per la sua riforma».

CUSCINETTI PER I MOMENTI DI DIFFICOLTÀ

Secondo Lagarde, le modifiche dovrebbero servire soprattutto a incentivare i Paesi dell’Eurozona a creare, durante i cicli economici positivi, margini da utilizzare poi nei momenti di difficoltà. Lagarde, che a novembre subentrerà a Mario Draghi alla guida della Bce, ha formulato le sue osservazioni rispondendo al questionario inviatole dall’Europarlamento nel quadro della procedura per la sua nomina.

LE APERTURE DI VON DER LEYEN

Nei giorni scorsi, sempre il Financial Times aveva dato conto di un documento tecnico di riflessione, elaborato a livello di funzionari della Commissione europea, in cui si prospetta la possibilità di rivedere le regole Ue fissate dal Patto di stabilità – e non solo – alla luce delle difficoltà a rispettarne paletti e obiettivi emerse in questi anni. Qualche settimana fa, davanti agli europarlamentari, la futura presidente della Commissione, Ursula von der Leyen, aveva assicurato che si sarebbe utilizzata tutta la flessibilità prevista dall’attuale quadro normativo per sostenere gli investimenti e la crescita.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *