Langé lascia il wealth management di Unicredit

Langé lascia il wealth management di Unicredit

05 Febbraio 2019 16.58
Like me!

Dopo nemmeno tre anni, fa le valigie Paolo Langé, alla guida del wealth management del gruppo Unicredit, Cordusio. Venticinque miliardi di asset gestiti (individuali e istituzionali) e una clientela selezionata di 2.500 famiglie, in Cordusio adesso rimangono due condirettori generali: Manuela D'Onofrio e Mario Lanza, in attesa che il top management decida come sostituire una delle prime linee del gruppo.

LA CARRIERA DI LANGÉ

Sposato, due figli, Langé ha una carriera punteggiata di iniziative autonome, prima portate a battesimo e poi cedute o inglobate in grandi gruppi. Nel 1980, insieme ad altri soci, tiene a battesimo la Compagnia Mobiliare di Milano e Fideur Fiduciaria Europea spa, società fiduciaria attiva nelle gestioni patrimoniali. Otto anni dopo, le due società entrano nella galassia della Banca Popolare di Milano, pur rimanendone Langé alla guida come amministratore delegato. Stesso schema quando, insieme alle famiglie Milla, Foglia e Venduta fonda AFV Milla, diventata nel 1997 Banca Leonardo, di cui è amministratore delegato dal 2003 al 2005. «Nel 2000 – recita il suo cv sulla pagina di Cordusio – viene nominato Vice Presidente di Leonardo SGR, società di gestione del risparmio gestito facente capo al Gruppo Banca Leonardo e nel 2006 ne diventa Presidente, carica che ricopre fino al giugno del 2011, quando la società viene venduta». A Cordusio Langé era arrivato nel novembre 2016.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *