In Italia 600 mila posti di lavoro difficili da coprire

Secondo Unioncamere e Anpal, nel 2019 il mercato del lavoro richiederà 2 milioni di persone. Ma scarseggiano gli elettrotecnici, gli ingegneri meccanici e i progettisti di software.

05 Agosto 2019 10.07
Like me!

Saranno circa 2 milioni, esattamente come nel 2018, i contratti di lavoro per laureati e diplomati a disposizione in Italia nel 2019. Ma in più di 600 mila casi si tratta di figure professionali mancanti o di difficile reperimento.

SERVIRANNO 1,5 MILIONI DI DIPLOMATI E 500 MILA LAUREATI

Secondo l’ultimo report di Unioncamere e Anpal, infatti, il mercato del lavoro nazionale richiederà 1.596.000 diplomati (di cui 417.500 di difficile reperimento) e 550.990 laureati (di cui 195.000 di difficile reperimento).

ELETTROTECNICI INTROVABILI

Per quanto riguarda i diplomati, il 51,8% dei disegnatori industriali è difficile da reperire; e ostacoli anche maggiori si registrano per i tecnici elettronici (57,7%) e per gli elettrotecnici (71,5%).

CACCIA AI PROGETTISTI DI SOFTWARE

Per quanto riguarda invece i laureati, scarseggiano gli specialisti nei rapporti con il mercato (48,4%), gli ingegneri energetici e meccanici (52,5%) e gli analisti e progettisti di software (64,8%).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *