Le «Carfagne georgiane»

Redazione
01/10/2010

Vengono dal mondo dello spettacolo e della tivù. Hanno frequentato più le piste dei night club che le sezioni di...

Le «Carfagne georgiane»

Vengono dal mondo dello spettacolo e della tivù. Hanno frequentato più le piste dei night club che le sezioni di partito, ma una fulminante carriera le ha portate in breve tempo a ricoprire ruoli di potere all’interno del governo georgiano.
Sono le sei giovani protette del presidente Michail Saakashvili, alle quali il giornale georgiano Kviris Palitra ha dedicato un servizio con tanto di galleria fotografica, ripreso dal quotidiano russo Komsomol’skaja Pravda sempre pronto a gettare in cattiva luce il leader dell’ex Repubblica sovietica.
Saakashvili, 42 anni, si difende spiegando che portare i giovani al potere fa parte del suo progetto per costruire uno Stato nuovo e spazzare via ogni residuo dell’era sovietica.
Ma l’opposizione non la pensa così e punta il dito contro le ministre in rosa dal curriculum poco ortodosso.

La vice ministro conosciuta in aereo

Il quotidiano georgiano teorizza che le sei angels del presidente avrebbero conquistato importanti successi professionali solo grazie alla protezione del capo di Stato.
La prima è la cantante georgiana Sopho Nizharadze, 24 anni. Dopo aver vinto l’edizione 2010 del concorso internazionale Eurovision con la canzone Shine, Sopho ora lavora al dicastero degli Esteri, «in attesa di diventare ministro della Cultura», sostiene il Kviris Palitra.
C’è un’altra artista catapultata all’improvviso dal palco alla poltrona di un ministero: Nina Tskrialashvili, diva del varietà, presiede oggi il dipartimento Eventi del dicastero della Cultura.
Ai giornalisti che le hanno chiesto se la sua rapida ascesa politica fosse legata a un “rapporto stretto” con Saakashvili, la donna ha risposto aggirando la domanda: «Amo la mia patria e il mio presidente, che è un uomo giovane e di talento».
A Nino Kalandaze, invece, è bastato conoscere Saakashvili su un volo aereo per essere nominata nel giro di poco tempo vice ministro degli Esteri.
Tra le favorite del presidente, anche Katuna Kalmakhelidze, ministro della Correzione e Assistenza legale e la giornalista Alana Gagloeva, 26 anni: la televisione le andava stretta e così oggi è il capo ufficio stampa presidenziale.

Foto compromettenti con le spogliarelliste

È, però, sul ministro dell’Economia Vera Kobalia, 28 anni, che si concentrano i gossip più succosi. Lo scorso luglio la ministro, che non vanta alcuna esperienza politica e avrebbe conosciuto Saakashvili durante le Olimpiadi invernali di febbraio a Vancouver, è apparsa in alcune foto compromettenti che hanno imbarazzato il governo. Le immagini la ritraevano mentre ballava in piedi su un tavolo in compagnia di amiche e spogliarelliste.
Secondo la Komsomolskaya Pravda, la Kobalia avrebbe lavorato in uno strip club di Vancouver, quando viveva in Canada. La ministro ha precisato che la fotografia era stata scattata 10 anni fa, durante una vacanza in Florida con amiche e sorelle.
Intanto, per la similitudine di destini con la giovane e avvenente ministro italiana delle Pari opportunità Mara Carfagna, passata dai calendari bollenti direttamente in Parlamento, alcuni hanno già ribattezzato le sei donne “le Carfagna georgiane”.