Le migliori dotazioni riducono del 42% gli incidenti autostradali

Redazione
23/08/2012

Com’è noto Volvo non risparmia mai sulle dotazioni di sicurezza e molto spesso è un passo avanti a tutti sia...

Le migliori dotazioni riducono del 42% gli incidenti autostradali

Com’è noto Volvo non risparmia mai sulle dotazioni di
sicurezza e molto spesso è un passo avanti a tutti sia nella
ricerca sia nell’integrazione di serie delle migliori soluzioni
attive e passive.
Per questo, il suo contributo nella ricerca Euro FOT è stato
particolarmente significativo nel dimostrare che, con opportune
dotazioni all’avanguardia, le automobili potrebbero ridurre
fino al 42% il rischio di incidenti autostradali.
CINQUE TECNOLOGIE CARDINE. La ricerca era basata
su cinque tecnologie cardine dell’offerta del costruttore
svedese ma anche (in parte) di molti dei più blasonati
concorrenti tedeschi, pur sotto altri nomi:
– ACC (Adaptive Cruise Control), mantiene una distanza
predeterminata dal veicolo che precede.
– CW (Collision Warning), avvisa il conducente se vi è un
pericolo imminente di collisione con il veicolo che precede.
Contemporaneamente, i freni vengono precaricati nel caso si renda
necessaria una frenata improvvisa.
ANGOLI CIECHI PIÙ SICURI. BLIS (Sistema per il
Monitoraggio degli Angoli Ciechi della Vettura), avverte il
conducente della presenza di veicoli negli angoli ciechi su
entrambi i lati dell’auto.
– LDW (Lane Departure Warning), avvisa il conducente se
l’auto attraversa accidentalmente le linee che delimitano le
corsie.
– DAC (Driver Alert Control), è progettato per individuare e
segnalare un eventuale stato di stanchezza o distrazione del
conducente.