La Lega al M5s: «Nessun veto su Berlusconi o andiamo al voto»

Redazione
04/04/2018

Se la Lega stringe un accordo con M5s, che fine fa Silvio Berlusconi? «Finché il M5s non riconosce che abbiamo...

La Lega al M5s: «Nessun veto su Berlusconi o andiamo al voto»

Se la Lega stringe un accordo con M5s, che fine fa Silvio Berlusconi? «Finché il M5s non riconosce che abbiamo vinto assieme a Fi e dobbiamo discutere tutti assieme, non si risolve, c'è una pregiudiziale ingiusta di M5s su Fi. La politica dei veti e pregiudizi porta solo di nuovo a votare e i problemi dell'Italia peggiorano», ha detto il capogruppo della Lega alla Camera Giancarlo Giorgetti a Porta a Porta.

[mupvideo idp=”5763631186001″ vid=””]

«Speriamo di poter incontrare il prima possibile Lega e Pd per capire quali siano le loro proposte, e per capire con chi si possa iniziare a scrivere questo contratto. Poi mettiamolo in pratica. Vogliamo metterci subito al lavoro per far partire la Terza Repubblica che deve essere e sarà la Repubblica dei cittadini», ha scritto intanto in un post Luigi Di Maio.

GIORGETTI: «COINVOLGIAMO BERLUSCONI». «Berlusconi lo coinvolgiamo», risponde Giorgetti a Bruno Vespa, «ha spirito pragmatico, viene dall'azienda, sa se dare un contributo alla soluzione del problema. Nascerebbe un governo con una larga maggioranza e la forza per fare cose importanti per il Paese. Berlusconi chiede dignità per sè e per 5 milioni di italiani che l'hanno votato, mi pare ragionevole».

«PALLA IN MANO A PD E FI». Per sbloccare l'empasse della formazione del governo «ci dovrà essere uno strappo positivo, benefico. Se tutti stanno fermi così, in surplace come nel ciclismo, quando tutti si studiano, nessuno vuole un incarico esplorativo per bruciarsi», ha detto Giorgetti, «bisogna che qualcuno faccia la mossa decisiva, che ora è in casa del Pd o in casa di Forza Italia».