Cosa dicono i sondaggi politici elettorali del 14 marzo 2019

14 Marzo 2019 09.34
Like me!

Secondo un sondaggio EMG Acqua presentato il 14 marzo ad Agorà, se si votasse oggi la Lega sarebbe il primo partito, seguito dal Movimento cinque stelle. Il 30,6% degli intervistati ha infatti risposto che se si votasse oggi voterebbe per il partito guidato da Salvini (in leggera discesa dello 0,6% rispetto alla settimana scorsa), il 23,8% ha risposto che voterebbe per i Cinque stelle, percentuale in leggera risalita, + 0,6% rispetto alla rilevazione di una settimana fa. In totale le intenzioni di voto dei partiti di governo raggiungono il 54,4%, stabili rispetto alla settimana scorsa. In leggera discesa la percentuale complessiva per le opposizioni di centrodestra (-0,3% rispetto a settimana scorsa) ma l'unico partito che perde consensi è Forza Italia 9,8% (-0,4%) mentre Fratelli d'Italia guadagna lo 0,1% e raccoglie 4,9% mentre Noi con l'Italia rimane stabile a 0,6%.

Il PD AL 19,9% E MDP, SINISTRA E VERDI ARRIVANO AL 4%

Il Pd di Zingaretti raggiungerebbe il 19,9% delle preferenze, percentuale in leggera risalita rispetto alla settimana scorsa (+0,6%). Stabili le opposizioni di centrosinistra: Più Europa – CD con Bonino 3,1%. Altri partiti fra cui Mdp, Si, Verdi raggiungono il 4% (-0,5%). Potere al popolo è all'1,6%. Criteri seguiti per la formazione del campione.

LEGGI ANCHE: I sondaggi politici dell'1 marzo per le Europee 2019

LA LEGA PERDE LO 0,6%, IL M5S LO GUADAGNA

Il sondaggio di Emg Acqua è stato realizzato il 12 marzo, quello della settimana precedente registrava un Carroccio stabile al 31,2% e un Movimento 5 Stelle in calo al 23,2%. In sette giorni il Carroccio avrebbe quindi perso lo 0,6% delle preferenze e i pentastellati avrebbero guadagnato esattamente la stessa percentuale, facendo rimanere stabile la somma dei consensi per la maggioranza che sostiene l'esecutivo. Mentre secondo la rilevazione effettuata da Swg tra il 6 e l'11 marzo la Lega era al 33,7% e il M5s si fermava al 21,8%, mentre il Pd superava la soglia del 20%.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *