L’esempio da seguire è Pomigliano

Redazione
29/09/2010

  Nella mattinata del 29 settembre le parti sociali si sono incontrate per discutere il nuovo assetto delle contrattazioni collettive...

L’esempio da seguire è Pomigliano

 

Nella mattinata del 29 settembre le parti sociali si sono incontrate per discutere il nuovo assetto delle contrattazioni collettive dei metalmeccanici. Nelle stesse ore, a margine di un convegno organizzato a Roma dal soindacato Uil (Unione italiana lavoratori), il ministro del Lavoro Maurizio Sacconi ha espresso la posizione dell’esecutivo riguardo ai contratti nazionali.
«L’evoluzione delle relazioni industriali non può che essere nel segno di Pomigliano: con contrattazioni sempre più organizzate nei termini di azienda e territorio, ridimensionando il contratto nazionale a cornice».
Del resto Sacconi aveva commentato fin dall’inzio con favore l’accordo della Fiat su Pomigliano, intesa che «consente di realizzare un investimento importante nel Mezzogiorno e potrà inoltre attrarre ulteriori investimenti: andiamo avanti sulla giusta strada».