Libia, Gentiloni: «Il 19 febbraio il governo riferisce in parlamento»

Redazione
15/02/2015

Nuove dichiarazioni del ministro degli Esteri Paolo Gentiloni sulla delicata questione libica. Mentre una nave è salpata da Tripoli con...

Libia, Gentiloni: «Il 19 febbraio il governo riferisce in parlamento»

Nuove dichiarazioni del ministro degli Esteri Paolo Gentiloni sulla delicata questione libica.
Mentre una nave è salpata da Tripoli con 150 italiani il politico romano ha spiegato che «il peggioramento della situazione (in Libia) richiede ora un impegno straordinario e una maggiore assunzione di responsabilità, secondo linee che il governo discuterà in Parlamento a partire dal prossimo giovedì 19 febbraio».
«AL LAVORO PER COMBATTERE IL TERRORISMO». «L’Italia rimane al lavoro con la comunità internazionale per combattere il terrorismo e ricostruire uno stato unitario e inclusivo in Libia, sulla base del negoziato avviato dall’inviato speciale dell’Onu Leon, al quale continuerà a partecipare il nostro inviato speciale ambasciatore Buccino», ha detto Gentiloni.
«CHIUSURA TEMPORANEA AMBASCIATA NECESSARIA». Secondo il ministro degli Esteri «la chiusura temporanea della nostra ambasciata è avvenuta in modo tempestivo e ordinato e di questo ringrazio i responsabili della Farnesina e delle altre amministrazioni che hanno collaborato all’operazione».