Missili sull’aeroporto di Tripoli: voli sospesi

Il Mitiga centrato da raid aerei, feriti tre tecnici. L'escalation preoccupa le potenze internazionali. Sarraj avrebbe chiesto l'invio di truppe turche.

07 Luglio 2019 23.03
Like me!

Missili hanno colpito l’aeroporto Mitiga di Tripoli, e i voli sono stati sospesi. Lo ha riferito The Libya observer, aggiungendo che tre tecnici sono stati feriti. Nei giorni precedenti le forze guidate Khalifa Haftar avevano annunciato di aver colpito con dei raid lo scalo di Mitiga, l’unico funzionante nella capitale libica, nell’ambito dell’offensiva su Tripoli iniziata lo scorso 4 aprile. The Libya observer ha anche riferito che nel raid della sera del 7 luglio è rimasto danneggiato un velivolo a terra della compagnia libica Afriqiyah Airways.

PUTIN ED ERDOGAN PREOCCUPATI

L’episodio non fa che confermare le preoccupazioni internazionali sull’escalation libica. Il 6 luglio, i presidenti di Russia e Turchia Vladimir Putin e Recep Tayyip Erdogan avevano discusso di Siria e Libia nel corso di una conversazione telefonica e avevano convenuto sulla necessità di «intensificare gli sforzi politici e diplomatici per risolvere la situazione in Siria, anche con le consultazione nel formato di Astana». La presidenza russa aveva fatto inoltre sapere che Putin e Erdogan «hanno espresso preoccupazione sull’inasprimento» del conflitto in Libia.

SARRAJ CHIEDE TRUPPE TURCHE

Sarraj intanto, stando a fonti rilanciate da un tweet del sito Lybia times, in un incontro svoltosi a Istanbul la sera del 5 luglio, aveva chiesto ‘boots on the ground’ turchi a Erdogan, quindi l’invio di militari, e avrebbe acquistato otto droni d’attacco per fermare l’avanzata delle truppe di Khalifa Haftar. Nell’incontro, Erdogan ha ribadito il «sostegno del suo Paese al Governo di accordo nazionale (Gna) riconosciuto internazionalmente», si è limitato a riferire un post dell’ufficio stampa dell’esecutivo di Sarraj dando anche altre informazioni sull’incontro ma nessuna conferma dell’indiscrezione. Notoriamente, come ricorda ad esempio il sito della Bbc, Ankara sostiene l’esecutivo di Sarraj nella lotta contro Haftar «fornendo droni, armi e mezzi» blindati.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *