Liceo Vico di Napoli occupato in solidarietà alla Palestina

Redazione
09/11/2023

L'iniziativa segue quelle in corso nella sede dell'università l'Orientale e nella facoltà di Scienze politiche de La Sapienza a Roma. Gli studenti chiedono che «si dica chiaramente che a Gaza è in corso un genocidio nei confronti del quale non possiamo rimanere in silenzio».

Liceo Vico di Napoli occupato in solidarietà alla Palestina

A Napoli gli studenti e le studentesse del collettivo Vico di via Salvator Rosa, insieme agli aderenti al coordinamento Kaos, hanno occupato la sede dell’omonimo liceo «per mandare un messaggio di solidarietà al popolo palestinese». L’iniziativa segue l’occupazione in corso da lunedì 6 novembre nella sede dell’università l’Orientale di Napoli, e quella in corso dall’8 novembre nella facoltà di Scienze politiche de La Sapienza a Roma.

Gli studenti: «Vogliamo rompere il silenzio davanti ai migliaia di morti»

Il Vico è il primo istituto superiore occupato in città. «Con questa occupazione vogliamo rompere il silenzio inaccettabile davanti ai migliaia di morti che ci viene imposto. Pretendiamo che nei nostri licei si racconti apertamente della causa palestinese, che si dica chiaramente che a Gaza è in corso un genocidio nei confronti del quale non possiamo rimanere in silenzio», hanno scritto gli studenti in un post su Instagram. Sabato 11 novembre alle 15 è in programma un presidio nei pressi del Consolato americano di Napoli per chiedere lo «stop ai bombardamenti a Gaza», mentre il 17 novembre, in occasione della giornata internazionale per il diritto alle studio, ci sarà un corteo a partire dalle 9 in piazza Garibaldi.