L’ideale per ricaricarsi

Redazione
10/12/2010

di Roberto Carminati Nella classifica delle parole più ricercate e digitate dagli utilizzatori italiani di Google su strumenti mobile al...

L’ideale per ricaricarsi

di Roberto Carminati

Nella classifica delle parole più ricercate e digitate dagli utilizzatori italiani di Google su strumenti mobile al quarto posto si è classificato l’iPhone4. Pura normalità per una nazione che arranca su questioni vitali come la banda larga ma vanta ben 150 schede Sim attive ogni 100 abitanti e in cui il 26% dei cittadini possiede uno smartphone (vai alla fonte).
L’Italia è quarta al mondo per diffusione pro capite di telefonini, con 1,61 esemplari a persona contro gli 1,95 degli Emirati Arabi (vai alla fonte) e nonostante i numeri da record la corsa non accenna a rallentare: siti di informazione specializzata come Tecnozoom vedono nello smartphone il regalo hi-tech preferito dal 37% dei nostri connazionali in vista dell’imminente Natale.
Ma se la battaglia sui modelli più avveniristici e innovativi coinvolge soprattutto i grandi produttori, fra i gestori il duello è all’ultima tariffa. E gli utenti frastornati dal bombardamento pubblicitario sulle offerte e i profili tariffari più accattivanti, orientano con la loro scelta le sorti del mercato, facendo pender la bilancia sull’uno o l’altro carrier.
Ecco quali sono state sino a questo momento le proposte vincenti per l’utenza privata e il business, ordinate in base agli operatori di riferimento e in base al gradimento da parte degli italiani.

Vodafone: 2 milioni di giovani per Zero Limits

Per le chiacchiere fra privati con scheda ricaricabile la multinazionale in bianco e rosso piazza sul podio “Vodafone 10”, per parlare e inviare Sms verso tutti a 10 centesimi al minuto, ma con 16 centesimi di scatto alla risposta.
Segue “Zero Limits Smart”, dedicato ai più giovani e già forte di due milioni di sottoscrizioni. Con 50 cent al giorno consente di chiamare o messaggiare tutti gli amici Vodafone della propria rubrica e navigare il web. In abbonamento, invece, Vodafone offre “Tutto Facile Small”: 25€ di contributo mensile dà diritto a 50€ mensili da spendere nel bimestre di fatturazione in chiamate o sms nazionali, internazionali o dall’estero.
Fra le imprese clienti vanno invece per la maggiore i profili “Chiavi in mano” e “Parla Facile Più”. Il primo costa 49 euro al mese Iva esclusa ma include una Internet Key, uno smartphone, chiamate gratis su due numeri Vodafone e un fisso a scelta, 700 minuti al mese di chiamate verso fissi o mobili. Il secondo è invece dedicato alle ricaricabili e con un contributo mensile di 30 euro offre 250 minuti di conversazione, un telefonino e connessioni gratis verso due cellulari e un fisso Vodafone.

Tim: attento a chi ha la telefonata lunga

Per l’ex monopolista il best seller per le ricaricabili private è invece “Tim 12”, che con 12 cent al minuto verso tutti, 16 cent di scatto alla risposta e 12 centesimi per gli Sms guarda ai clienti che fanno telefonate più lunghe e usano il cellulare in modo intensivo.
E al suo fianco in graduatoria c’è “Tim Senza Scatto”, dedicato alle chiamate brevi con 16 cent al minuto verso tutti, nessuno scatto alla risposta e 12 centesimi per ogni Sms.
Alla clientela aziendale Tim ha invece riservato con successo i piani “Tim Valore 12”, senza costi fissi di gestione, chiamate da 12 centesimi al minuto verso tutti e 12,5 cent per gli Sms, iva esclusa. E fra quanti hanno consumi regolari e costanti la palma del più popolare va a “Tim Valore Flex”, 35 euro al mese Iva esclusa per 400 minuti di chiamate e Sms.

Wind: all inclusive per chi vuole tutto incluso

Nella speciale hit parade dei profili tariffari di Wind fra gli utenti privati con carta prepagata vanno forte “Noi Tutti” e “Noi Tutti Sms”. La prima permette di ottenere da 120 a 360 minuti di telefonate al mese a costi che variano fra 9 e 23 euro.
Abbinata a questa, “Noi Tutti Sms” offre da 100 a 300 messaggi mensili a prezzi che vanno da 5 a 12 euro. La preferita dall’utenza consumer con contratto di post-pagamento è invece “All Inclusive Smart”.
Con 25 euro al mese (20 se già si possiede un telefonino) mette a disposizione un cellulare e 250 minuti di chiamate verso tutti, 250 sms, chiamate gratuite verso un numero Wind a scelta e traffico Internet no limit.
Disponibile in varie declinazioni a seconda delle esigenze di connettività dei clienti, l’offerta si batte in ambito aziendale con “Wind Business Plus”. In questo caso il canone richiesto è di 45 euro al mese, che comprendono un cellulare di nuova generazione, 600 minuti di chiamate e 60 sms, 60 ore di navigazione del web.

Tre: Top 400 tra le offerte più gettonate

Due i campioni di vendita in ambito consumer per la società del gruppo Hutchison-Whampoa.Top 400 offre 400 minuti di chiamate verso tutti, 100 Sms e 2 gigabyte di traffico online a 29 euro, ma include anche uno smartphone a scelta fra i quali iPhone4, Htc Desire Hd, Nokia N8 e Blackberry Pearl 3G.
“Smartpack Gold” è invece una ricaricabile con osto di attivazione da 10 euro che sino al dicembre del 2011 offre 60 minuti al mese di chiamate verso tutti, 50 megabyte di traffico Internet al giorno su rete 3 e sconti sull’acquisto rateizzato di smartphone.
Le aziende scelgono invece in maggioranza “Pro 400”, con 400 minuti di chiamate verso tutti, 100 sms e due giga di navigazione su rete del gestore per 24 euro al mese più Iva e la possibilità di acquistare uno smartphone a prezzi scontati con un contributo aggiuntivo.
La pizza d’onore è per “Power 800 Pro”: al costo di 20 euro più Iva al mese permette di effettuare 800 minuti di chiamate verso tutti, inviare 200 Sms e gestire due gigabyte di traffico su rete di 3.