Lignano, due anziani trovati morti

Redazione
19/08/2012

Il figlio li ha trovati morti in un lago di sangue, domenica 19 agosto, nella loro casa di Lignano Sabbiadoro....

Lignano, due anziani trovati morti

Il figlio li ha trovati morti in un lago di sangue, domenica 19 agosto, nella loro casa di Lignano Sabbiadoro.
Rosetta Sostero, di 66 anni, e Paolo Burgato (69), moglie e marito, titolari di un’attività commerciale nel centro della località balneare friulana, erano stimati da tutti. Per questo la loro morte violenta ha gettato un alone di incredulità tra i conoscenti.
DELITTO INSPIEGABILE. I due coniugi hanno finito di lavorare la sera del 18, attorno alle 23.30 e, chiuso il negozio, si sono recati in un ristorante per la cena prima di tornare a casa in bicicletta, presumibilmente a tarda ora. Che cosa sia avvenuto poi non si sa ancora.
Il figlio si è insospettito per l’inspiegabile mancata apertura del negozio e si è recato nell’abitazione trovandosi di fronte alla terribile scena.
La donna è stata colpita con numerose coltellate. L’arma da taglio usata nel delitto non è invece stata trovata.
La scena del crimine, secondo quanto riferito dagli investigatori, è molto complessa e per questo è stato chiesto l’intervento di due medici legali.
«Ci siamo trovati davanti a scene raccapriccianti», ha detto il procuratore capo di Udine, Antonio Biancardi, giunto a Lignano con il sostituto Claudia Danelon, titolare dell’inchiesta. «Non escludiamo nulla», ha continuato Biancardi, «e sarà necessario attendere l’esito degli esami che stanno effettuando i medici legali; per il momento non ci sono indagati».
COMUNITÀ INCREDULA. Per comprendere le dinamiche del ritrovamento e per tentare di ricostruire le ultime ore della coppia, gli investigatori hanno ascoltato il figlio dei due, Michele, che gestisce un’attività commerciale vicino ai genitori e si è allarmato stamani non vedendoli arrivare, e la sua convivente.
«La nostra comunità è sconvolta», ha detto il sindaco di Lignano, Luca Fanotto, «totalmente incredula per quanto accaduto a Rosetta e Paolo, due concittadini conosciuti e stimati in città e non solo».
Il sindaco ha anche annunciato che il giorno dei funerali sarà proclamato il lutto cittadino.