Liliana Segre confessa: «Temo di aver vissuto invano»

Valentina Sammarone
29/01/2024

La senatrice si è detta preoccupata delle nuove ondate di antisemitismo diffuse dall'inizio della guerra in Medio Oriente. «Questo non è nuovo», ha aggiunto nella lunga intervista rilasciata al New York Times.

Liliana Segre confessa: «Temo di aver vissuto invano»

La senatrice Liliana Segre ha rilasciato una lunga intervista al New York Times, realizzata dal corrispondente del quotidiano americano Jason Horowitz nella sua casa a Milano. La Segre, una delle ultime testimoni dell’Olocausto, si è detta preoccupata per questa nuova ondata di antisemitismo diffusa a causa della guerra in Medio Oriente. «Temo di aver vissuto invano: perché avrei sofferto per 30 anni a condividere fatti intimi della mia famiglia, del mio dolore, della mia disperazione. Per chi? Perché?», si è chiesta la senatrice. L’intervista fa parte di un lungo profilo a lei dedicato, la quale ha continuato riferendosi alla storia che si ripete: «Questo non è nuovo». Non è la prima volta che Liliana Segre si lascia andare a questo genere di commenti. In una serata organizzata dalla comunità ebraica di Milano, nella sinagoga di via della Guastalla, disse: «Se sono qui è perché la ritengo una serata importante. Non mi sento di parlare di questo argomento perché sennò mi sembra di avere vissuto invano».