Università Link Campus, l’indagine: falsi progetti di ricerca per non pagare le tasse

Redazione
16/10/2023

Disposti due arresti e un sequestro da 24 milioni di euro. Carlo Maria Medaglia, già prorettore, e una sua collaboratrice sono accusati di indebita compensazione e dichiarazione fraudolenta mediante fatture per operazioni inesistenti.

Università Link Campus, l’indagine: falsi progetti di ricerca per non pagare le tasse

Un’inchiesta condotta da mesi, quella della procura di Roma e della guardia di Finanza, su una maxi truffa all’erario all’università Link Campus, che ha portato a due arresti e a un sequestro da 24 milioni di euro. Durante le indagini sono state prese in considerazione le posizioni di 29 persone e 20 società. I reati contestati sono indebita compensazione e dichiarazione fraudolenta mediante fatture per operazioni inesistenti.

Accusato l’ex prorettore e una collaboratrice 

Secondo quanto diffuso da Repubblica, Carlo Maria Medaglia, già prorettore alla ricerca e docente di una istituzione universitaria privata, e una sua collaboratrice sono accusati di aver garantito l’avvio di falsi progetti di ricerca e sviluppo a oltre 20 società consentendo loro l’illecito utilizzo di crediti d’imposta. Il quotidiano fa riferimento a un sistema di pacchetti di risparmio fiscale con fatturazioni false poi utilizzate in dichiarazione per abbattere i debiti erarariali e beneficiare degli stessi crediti d’imposta in realtà non maturati.