L’Inter vince, giallorossi ai quarti.

Redazione
19/01/2011

Continua a correre l’Inter di Leonardo. Tra campionato e Coppa Italia, i nerazzurri mettono in fila la quinta vittoria consecutiva...

L’Inter vince, giallorossi ai quarti.

Continua a correre l’Inter di Leonardo. Tra campionato e Coppa Italia, i nerazzurri mettono in fila la quinta vittoria consecutiva e iniziano a far sentire il loro fiato sul collo del Milan, lontano una manciata di punti. Il pokerissimo della Beneamata arriva al termine di una gara aperta e vibrante contro il Cesena, salito a San Siro senza la benché minima intenzione di vestire i panni della vittima designata. Eto’o e Milito hanno siglato due reti in sessanta secondi, dal 14′ al 15′, e la partita sembrava ormai indirizzata sui binari giusti, col favore dello stadio di casa. Poi, la rimonta bianconera: Bogdani e Giaccherini, tra il 23′ e il 29′, hanno acciuffato gli uomini di Leonardo. Ci è voluto Chivu, al 45′, per sbrogliare la situazione e assegnare i tre punti ai nerazzurri. Ora la vetta è a -6.
LA CURA LEONARDO Leonardo si è affidato al collaudato 4-3-1-2 con Padev a fare il pendolo tra centrocampo e attacco alle spalle del duo di punta Etòo-Milito. Al centro della difesa, in coppia con Lucio, Materazzi. Matrix ha giocato al posto di Ranocchia. L’ex genoano non è andato nemmeno in panchina: lui, con indosso la maglia rossoblù, la sedicesima giornata del campionato di A – quella che si recupera nel gelo di San Siro – la ha già disputata. E quindi se la gode dalla tribuna. Diversamente dai due acquisti cesenati di gennaio: Sammarco e Dellafiore che, in quella occasione, non erano scesi in campo con i loro vecchi club, Sampdoria e Palermo. Trasformata dalla cura Leonardo, l’Inter non ha perso tempo ad attaccare.

La Roma incontrerà la Juve

Il Derby di Coppa se lo aggiudica la Roma, che batte la Lazio 2-1. Le danze sono state aperte nel secondo tempo da due calci di rigore: prima Borriello, quindi Hernanes hanno spiazzato i portieri avversari. Ma, al 77′, l’azione della svolta: una percussione di Menez e Simplicio spinge il brasiliano da solo in area di rigore. Il suo destro rasoterra è lento, ma preciso abbastanza da insaccarsi nella porta biancoceleste. I romanisti, nei quarti di finale, incontreranno la Juventus.
UN FERITO PRIMA DELLA PARTITA Tensione molto alta a Roma dove mercoledì sera c’è l’atteso derby di Coppa Italia tra Roma e Lazio. E nell’immediata vigilia un grave episodio di cronaca macchia l’attesa sportiva per il match: un tifoso laziale 15enne è stato accoltellato al gluteo in piazza della Farnesina. Il fatto è avvenuto intorno alle 18 nei pressi dunque dello stadio Olimpico dove si giocherà la partita. Stando alle prime notizie, l’adolescente sarebbe rimasto ferito lievemente ed è stato trasportato al San Filippo Neri.  Sul posto è intervenuta la Polizia che sta cercando ed interrogando gli eventuali testimoni.
LA VITTORIA DELLA SAMP Nel pomeriggio di mercoledì 19 gennaio, la Sampdoria si è qualificata ai quarti di finale di Coppa Italia al termine di una partita ricca di emozioni: è finita ai calci di rigore contro l’Udinese, prima brava a rimontare allo scadere e ad andare in vantaggio nei supplementari, poi incapace di reggere all’ultimo vincente assalto avversario. Terminati 2-2 i i 120′, i blucerchiati passano ai rigori grazie alle parate del portiere di riserva Angelo Da Costa, che ne neutralizza due a Denis ed Isla: «di solito i rigori non danno soddisfazione ma vincere così è straordinario. Da Costa é stato fenomenale, ma bravi tutti» ha detto alla fine il presidente blucerchiato Riccardo Garrone.