Il Pd diviso sull'analisi del voto in Basilicata nel 2019

Il Pd diviso sull’analisi del voto in Basilicata nel 2019

25 Marzo 2019 10.15
Like me!

Il Partito democratico è diviso sull'analisi del voto delle regionali in Basilicata nel 2019. La sconfitta del candidato Carlo Trerotola, distaccato nove punti dal vincitore Vito Bardi, è netta. E, tuttavia, anche nel secondo posto il Pd vede elementi di soddisfazione. «La Basilicata conferma che l'alternativa a Salvini e al centrodestra siamo noi. Neanche questo era scontato» ha commentato il neo-segretario Nicola Zingaretti.

IL NODO DELLE LISTE DI AREA PD A SOSTEGNO DEL CENTROSINISTRA

L'analisi si concentra soprattutto sul voto di lista. Trerotola era sostenuto da sette liste, quella esplicitamente legata al Partito democraticoComunità democratiche – ha raccolto il 7,8% dei voti. Ma Marco Miccoli, coordinatore nazionale della comunicazione del partito, mette insieme i numeri e spiega su Facebook: «Delle 7 liste di centrosinistra a sostegno di Carlo Trerotola, 4 erano di area Pd e civici.Complessivamente, a scrutinio quasi terminato, raggiungono un dato superiore al 23%. Il PD alle politiche 2018 aveva ottenuto il 16,38%. Il centrosinistra invece passa, sempre rispetto alle politiche 2018, dal 26% al 33%, compiendo un balzo in avanti del 7%».

LEGGI ANCHE: Il Pd in Basilicata resiste ma la risalita è ancora lunga

ASCANI: «BASTA ESULTARE PER I SECONDI POSTI»

L'analisi di Miccoli non è però condivisa da Anna Ascani, vicepresidente dell'assemblea Pd di area renziana: «Friuli, Trento, Molise, Abruzzo, Sardegna e #Basilicata. Alla sesta volta credo che persino il grande Toto Cutugno abbia smesso di esultare per il 2º posto. Noi abbiamo intenzione di andare avanti parecchio?».

TREROTOLA: «ABBIAMO PERSO DIGNITOSAMENTE»

Ostenta soddisfazione anche Trerotola, molto criticato per le esternazioni su Giorgio Almirante, che ha dichiarato di apprezzare. «Abbiamo perso dignitosamente – ha esordito con i giornalisti – Certamente mi aspettavo un dato migliore: in tutte le cose che faccio io sono abituato a correre per vincere. Penso che la coalizione mi abbia sostenuto: abbiamo fatto quanto di meglio potevamo fare. Avendo più tempo ci sarebbe stato il modo di farci conoscere meglio». La candidatura di Trerotola, infatti, è stata ufficializzata solo un mese prima del voto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *