L’Italia batte i denti

Redazione
17/12/2010

L’Italia batte i denti, da Nord a Sud. Gli abitanti di Eolie, Capri e isola d’Elba si sono svegliati la...

L’Italia batte i denti

L’Italia batte i denti, da Nord a Sud. Gli abitanti di Eolie, Capri e isola d’Elba si sono svegliati la mattina di venerdì 17 dicembre con i tetti imbiancati; nella notte in Sardegna la colonnina di mercurio è scesa a meno 10, e sono caduti fiocchi di neve fino alle spiagge della Gallura, Genova e Livorno.
Neve farinosa e nevischio sono apparse fin dalle prime ore del mattino sulle principali strade e autostrade della Lombardia. Nevica anche tra il Piemonte e la Liguria, ma al momento non vengono segnalati particolari problemi sulla rete autostradale. Fiocchi persino su Roma.
Gli aeroporti milanesi sono operativi. Solo un volo diretto ad Amsterdam in partenza da Linate (Mi) è saltato, a causa della chiusura dello scalo olandese.
Nella notte la temperatura è scesa sotto lo zero anche a Roma. I tratti di numerose strade si sono ghiacciati provocando incidenti, non gravi, in diverse zone della città. Dalle 6,30 i treni della tratta Roma-Viterbo sono stati rallentati a causa del ghiaccio sulle rotaie. Disagi anche la tratta Roma-Lido per problemi sulla rete aerea di alimentazione nella stazione di Eur Magliana elettrica e sulla linea Termini-Giardinetti.
Precipitazioni intense. In Valle d’Aosta, a Courmayeur, sono caduti circa 30 centimetri di neve fresca, ad Aosta 10 centimetri, nel settore sud-orientale 10 centimetri. A causa di possibili problemi di circolazione sul versante francese, dalla notte scorsa è chiuso al transito dei mezzi pesanti il traforo del Monte Bianco: i tir vengono fermati nelle aree di regolazione oppure invitati a dirigersi al valico di Ventimiglia. La polizia stradale segnala rallentamenti su tutta la rete viaria valdostana, in particolare nelle valli laterali e sulle statali 26 e 27.
 

Emergenza freddo, un morto

Nel pomeriggio del 16 dicembre, un clochard di 40 anni, probabilmente rumeno, è stato ucciso dal freddo. Il suo cadavere è stato rinvenuto in un campo vicino alla tangenziale di Viterbo. La Croce rossa italiana (Cri), per far fronte all’emergenza freddo, ha poi assicurato che potenzierà le attività di assistenza ai senza fissa dimora, aumentando su tutto il territorio nazionale i servizi delle unità di strada.
A Roma la Cri ha distribuito ai senzatetto coperte, pasti e bevande caldi. I volontari, a bordo di un ambulanza con personale medico e infermieristico, hanno fornito anche assistenza sanitaria a chi ne ha bisogno. A Milano sono state quattro le Unità di strada Cri impiegate nelle ore notturne.
Parallelamente Autostrade per l’Italia ha invitato i conducenti a guidare con prudenza e ad attenersi all’obbligo di catene a bordo. Le autostrade attualmente a rischio nevicata sono: A5 Aosta-Monte Bianco tra Autoporto e Monte Bianco, A12 Genova Sestri-Levante, A26 Genova-Gravellona Toce tra il bivio con l’A10 ed il bivio per la diramazione Predosa-Bettole, A7 Genova-Serravalle S., A10 Genova-Savona tra il bivio con l’A7 ed il bivio con L’A26. Sono attivi i mezzi operativi sgombraneve e spargisale per garantire la viabilità.