Londra pronta per le Olimpiadi sostenibili

01 Gennaio 2012 14.41
Like me!

Un’Olimpiade che sopravviva ai 17 giorni di gare. È
l’obiettivo del comitato organizzatore di Londra 2012, che ha
lavorato in questi anni per costruire stadi e infrastrutture
utili e utilizzabili anche dopo che l’evento sarà concluso.
La capitale britannica è, dunque, pronta a ospitare i XXX
Giochi, che prenderanno il via il 27 di luglio, all’insegna
della sostenibilità. Quando mancano ormai meno di otto mesi alla
cerimonia inaugurale gli impianti sono terminati e la maggioranza
è già stata testata. Rispetto a Pechino, Londra ha speso poco
più della metà (da 16 miliardi di dollari a 9,3). Saranno oltre
10.500 gli atleti in gara per l’assegnazione di più di 300
ori in 26 sport. Le nazioni partecipanti saranno 204.
SI TEME IL RACKET DELLE SCOMMESSE ILLEGALI. Ma
sulle Olimpiadi londinesi incombe anche una minaccia. È quella
delle scommesse illegali. Il campanello d’allarme è stato
lanciato dal ministro britannico dello Sport, Hugh Robertson,
dalle pagine del Sunday Times. «Non è possibile
sottovalutare tale minaccia – ha detto – perché gli spettatori
possono arrivare a pensare che le competizioni sono truccate e
girare le spalle allo sport, con il rischio che crolli l’intero
sistema». Per la prima volta nella storia dei Giochi olimpici ci
sarà un’apposita unità di intelligence dedicata
all’evento, coordinata da Scotland Yard e in collaborazione
con l’agenzia nazionale contro il crimine organizzato e
l’Interpol, per scoprire i tentativi di corruzione sugli atleti
e combattere le scommesse clandestine.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *