Lucca, all’evento di Vento dell’Est c’è anche l’ideologo di Vladimir Putin: critiche da Forza Italia e Pd

Redazione
04/01/2024

Alexandr Dugin, filosofo teorico della guerra in Ucraina, sarà in videocollegamento al convegno dal titolo Verso un nuovo mondo multipolare. A organizzarlo è l'associazione, fondata dal dirigente di Casapound Lorenzo Berti. Deputati, coordinatori e segretari regionali: «Inopportuno».

Lucca, all’evento di Vento dell’Est c’è anche l’ideologo di Vladimir Putin: critiche da Forza Italia e Pd

A Lucca il prossimo 27 gennaio, in occasione del giorno della Memoria in cui si ricorda l’Olocausto, si terrà un convegno che sta facendo discutere. Si tratta dell’evento dal titolo Verso un nuovo mondo multipolare, organizzato al Grand Hotel Guinigi dall’associazione filo-russa Vento dell’Est. Il suo fondatore è Lorenzo Berti, già leader di Casapound a Pistoia, nel 2017 candidato a sindaco per i «fascisti del terzo millennio». Ma a far discutere è stata soprattutto la presenza come ospite in videocollegamento di Alexandr Dugin. Si tratta del filosofo teorico dell’aggressione russa in Ucraina.

Non solo Dugin: tra gli ospiti anche Giorgio Bianchi

L’uomo è molto legato a Vladimir Putin, ma in Italia, come ricordato da Repubblica, lo è anche a Matteo Salvini e al filosofo Diego Fusaro. Oltre a Dugin, ci saranno altri ospiti. Ad esempio, ci sarà Giorgio Bianchi, reporter che vanta più di 100 mila iscritti sul proprio canale Telegram. Dopo aver elogiato le manifestazioni di Forza Nuova durante il periodo del Covid, Bianchi ora si occupa del Donbass. Un altro filo-Putin, quindi. E mentre a moderare sarà Berti, tra i relatori figura anche l’ex ambasciatore italiano in Cina e Iran Alberto Bradanini.

Lucca, all'evento di Vento dell'Est c'è anche l'ideologo di Vladimir Putin critiche da Forza Italia e Pd
Alberto Bradanini, ex ambasciatore in Iran e Cina (Imagoeconomica).

Critiche sia da Forza Italia sia dal Pd

Dugin e gli altri ospiti sono riusciti a mettere d’accordo anche due partiti solitamente antagonisti. Le critiche all’evento, infatti, sono arrivate tanto da Forza Italia quanto dal Pd. Ad alzare la voce all’interno del partito guidato oggi da Antonio Tajani, sono stati la deputata toscana Deborah Bergamini e il coordinatore regionale Marco Stella: «A nome di Forza Italia esprimo grande sconcerto e preoccupazione. Dare voce a simili personaggi, in un momento in cui il sostegno a Kiev deve essere più forte che mai, è assolutamente inopportuno». Sul fronte dem, invece, è stato il segretario regionale Emiliano Fossi ad attaccare: «In Italia vige la libertà di espressione ma condanno e stigmatizzo nel modo più assoluto solo l’idea di invitare a un convegno l’ideologo rossobruno e antioccidentale Dugin. Uno di quelli che vuole di fatto l’aggressione ai valori della inclusione e della società aperta. Soffia un brutto vento a Lucca. L’amministrazione di destra condanna e si dissocia?».

Lucca, all'evento di Vento dell'Est c'è anche l'ideologo di Vladimir Putin critiche da Forza Italia e Pd
Deborah Bergamini (Imagoeconomica).