Il sindaco di Lucera sposta il suo ufficio davanti all’ospedale per impedirne la chiusura

Redazione
23/01/2024

Giuseppe Pitta, primo cittadino del comune nel Foggiano, ha trasferito l'attività amministrativa davanti al nosocomio Lastaria: «Qui per attirare l'attenzione di chi può e deve decidere le sorti di una struttura e di un intero territorio».

Il sindaco di Lucera sposta il suo ufficio davanti all’ospedale per impedirne la chiusura

La scrivania davanti all’ospedale per impedirne la dismissione. È successo la mattina di martedì 23 gennaio a Lucera, in provincia di Foggia, dove il sindaco Giuseppe Pitta ha trasferito la sua attività amministrativa davanti al nosocomio Lastaria. Si tratta di una protesta in favore del mantenimento del presidio ospedaliero, «finito nel silenzio più assoluto da parte della Regione Puglia e della direzione sanitaria».

Pitta: «Progressivo smantellamento negli ultimi tre anni»

Il sindaco ha deciso di portare una scrivania davanti al plesso ospedaliero «per attirare l’attenzione di chi può e deve decidere le sorti di un ospedale e di un intero territorio». Poi l’attacco alla Regione Puglia guidata dal presidente Michele Emiliano: «Negli ultimi tre anni abbia assistito a un declino progressivo dell’ospedale, praticamente smantellato». Stando a quanto dichiarato dal primo cittadino, il nosocomio copre una popolazione di oltre 60 mila abitanti, considerando che oltre alla cittadina di Lucera serve anche gran parte dei Monti Dauni e i primissimi comuni delle vicine regioni Molise e Campania.