Lucrezia Bisignani e la sfida all'analfabetismo in Africa

Lucrezia Bisignani e la sfida all’analfabetismo in Africa

30 Marzo 2019 09.30
Like me!

Combattere l'analfabetismo dei bambini africani attraverso gli smartphone. È questo l'obiettivo di Kukua, società di edutainment (termine nato dalla crasi delle parole education ed entertainment), fondata dalla 27enne Lucrezia Bignani, che a Forbes ha raccontato la genesi del suo progetto. «Ho viaggiato per il mondo e sono sempre tornata in Africa. Qualcosa mi diceva di rimanere, di capire».

UN'APP PER I BAMBINI TRA I CINQUE E I 10 ANNI

Con l'ambizioso obiettivo di provare a influenzare il futuro del Continente nero, Lucrezia, in arte Lulu, insegna ai bambini tra i cinque e i 10 anni a leggere, scrivere e a fare calcoli matematici. Tutto grazie all’applicazione Sema Land, che attraverso un metodo interattivo utilizza animazioni, musiche e giochi legati alla cultura africana. Una tecnica valutata e studiata da un team di esperti di alfabetizzazione e psicologia cognitiva.

LA PASSIONE PER L'AFRICA ALLA BASE DEL PROGETTO

Una passione, quella di Lucrezia per l'Africa, nata durante la prima visita al continente quando ancora era una bambina, ad appena sette anni. Dopo essersi laureata alla Singularity university della Silicon valley, Lucrezia ha iniziato a pensare a un progetto concreto per aitare i bambini africani. Dapprima, negli anni passati a San Francisco, ha studiato come sfruttaree le potenzialità di tv e tecnologia mobile, poi, nel 2014, all'inizio dell'avventura di Kukua, ha svolto per sei mesi ricerche sul campo, vivendo nelle baraccopoli in Gambia, Kenya e Sudafrica e testando alcuni strumenti di alfabetizzazione con bambini e famiglie che guadganno meno di 2 dollari al giorno.

UNA DISNEY DELL'APPRENDIMENTO

Kukua è stata ribattezzata da Lucrezia la Disney dell'apprendimento. E proprio per questo è stata creata Sema, la prima eroina dei cartoni animati africani. «Si tratta di un personaggio nato da un processo creativo molto complesso, frutto di una ricerca sulle tendenze afro-futuristiche e di supereroi», ha detto Bisignani a Forbes. Il metodo di apprendimento sviluppato da Kukua si può declinare in prodotti per la tv, app e libri, film e social. «Abbiamo già lanciato una suite di app con contenuti educativi. Abbiamo registrato 40 mila download solo in Kenya e i bambini utilizzano le nostre tre soluzioni per imparare l'alfabeto». Lucrezia sogna di dare vita a un Unicorno (startup con una valutazione da più di 1 miliardo di dollari) a impatto sociale. «L'attuale generazione dei bambini africani ha il potenziale per far emergere un gruppo di leader straordinari».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *